“Una leucemia fulminante ha ucciso mio marito a 29 anni”. La lettera della vedova di un reduce dalla Somalia / Il LIbro Nero

http://1.bp.blogspot.com/_Ke_Xx2W3_Ac/Sx-lw3Fw7BI/AAAAAAAAAgI/KpxMKRts384/s200/folgore.jpg

.

Buongiorno, sono la moglie di un ragazzo di 29 anni della provincia di Bari morto a settembre 2004, per colpa di una malattia maledetta “Leucemia Fulminante”. E’ successo tutto in tre giorni, senza neanche capire cosa stesse accadendo. Nel 1992 ha svolto il servizio militare nella Folgore come paracadutista, circa 2 anni dopo e’ andato in missione in Somalia, sempre come paracadutista.

La mia triste e brutta storia inizia nel settembre del 2004, in vacanza. Da premettere che la mia attuale figlia era nata da 40 giorni. Mio marito si svegliò una mattina dicendo che aveva la febbre, andò dal dottore che gli diede un antibiotico generico. Verso sera la febbre calò, la mattina seguente si svegliò dicendomi che urinava sangue e così di corsa andammo all’ospedale di Andria (Puglia). Qui lo tennero in pronto soccorso fino alle 11.30, una infermiera mi disse che non era niente, anzi mi accennò solo che erano delle vene che erano “impazzite”. Mi disse anche che bisognava trasportarlo in un altro ospedale, quello di Trani. Ci fecero andare in macchina, perchè lui poteva guidare. Quando arrivammo all’ospedale di Trani c’era già ad aspettarci il primario, il quale, avendo saputo che non avevamo preso l’ambulanza, si arrabbiò, perchè in quel contesto mio marito non poteva assolutamente guidare, visto la gravità della situazione di cui noi però non sapevamo ancora nulla.

Lo ricoverarono subito e fecero svariati esami, compresa l’aspirazione del midollo dallo sterno, dopo ore lo rividi e lui mi disse che gli faceva molto male, ma io non capii ancora la gravità della cosa, nessuno mi diceva niente. Nessun dottore parlava, ero assorta solo dalle parole di mio marito il quale con voce pacata e quasi di rassegnazione mi raccomandava di dare il latte ad Angelica e mi consolava LUI, dicendomi di non piangere. Mio marito aveva una grande forza d’animo, queste furono le sue ultime parole, perchè poi ebbe un’emorragia e entrò in coma.

A questo punto il dottore finalmente si presentò al mio cospetto, dalla sua bocca uscirono queste testuali parole: “suo marito ha avuto una leucemia fulminante che gli ha provocato la paralisi del lato destro”. Ma neanche loro sapevano quanto potesse andare avanti così. Iniziò un vero calvario con trasfusioni, esami ecc. Chiedendo il perché di tutto ciò mi dissero che forse la causa scatenante poteva essere nella missione di mio marito in Somalia.

Sabato 10 settembre alle 14.30 ci chiamarono per dirci che lui non c’era più. Io mi porto ancora oggi una rabbia alla quale non riesco a dare sfogo e tregua perchè mi chiedo sempre: “perchè a me?”, “perchè a lui? alla nostra famiglia, alla nostra figlia appena nata?”

Il ricordo di mio marito è sempre vivo in me e negli occhi di mia figlia, lui vive non solo dentro i nostri cuori ma è presente con le sue immagini ovunque, in casa, a lavoro. Questo per non scordare mai l’uomo che ho amato e che sempre amerò e per ricordare anche a mia figlia l’amore che quest’uomo ha donato, se pur per breve tempo, a tutti noi. So che ci sono tante altre storie come la mia, chiedo se e’ possibile far qualcosa per evitare che giovani e meno giovani paghino per gli errori degli altri.

____________________________________________________________

Libro Nero: in Campania, Sardegna e Puglia il maggior numero di morti

.

(Vittimeuranio.com) Riportiamo di seguito una scheda con la provenienza geografica di 75 militari deceduti per possibile contaminazione da uranio impoverito suddivisi per regione e provincia. Si tratta solo dei casi denunciati pubblicamente, dal nostro sito, dai familiari o dalle altre associazioni. Tra parentesi l’anno del decesso. Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2009.


CAMPANIA – 14 MORTI

Napoli – 5
Roberto Buonincontro (1996), Domenico Di Francia (1998), Antonio Milano (2002), Luca Sepe (2004), Fabio Senatore (2005).
Salerno – 5
Renzo Inghilleri (1993), Luca De Marco (2004), Aniello D’Alessandro (2006), Amedeo D’Inverno (2007), Anonimo (n.d. – morte resa nota nel 2008)
Caserta – 3
Sergio D’Angelo (2003), Carmine Polito (2004), Giuseppe Bernardo (2005).
Avellino
Emiliano Di Guida (2007)

SARDEGNA – 11 MORTI
Cagliari – 7

Giuseppe Pintus (1994), Salvatore Vacca (1999), Antonio Vargiu (2001), Fabio Porru (2003), Valery Melis (2004), Gianfranco Floris (2004), Anonimo (2009)
Sassari – 3
Gianni Faedda (2002), Filippo Pilia (2002), Maurizio Serra (2004)
Oristano
Luciano Falsarone (2004)

PUGLIA – 9 MORTI
Lecce – 3
Andrea Antonaci (2000), Alberto Di Raimondo (2005), Giorgio Parlangeli (2007)
Taranto – 2
Paolo Cariello (2006), Roberto C. (2007)
Bari – 2
Aldo Taccardo (2004), G. B. (2005)
Brindisi
Crescenzo D’Alicandro (1996)
Foggia
Corrado Di Giacobbe (2001)

LAZIO – 7 MORTI
Roma – 5
Alvaro Marini (1997), Riccardo Grimaldi (2004), Fabrizio Venarubea (2004), Anonimo (2008), Anonimo (2009)
Frosinone
Eddy Pallone (2007)
Viterbo
Marco Milioni (2008)

SICILIA – 5 MORTI
Siracusa – 2
Salvatore Carbonaro (2000), Giuseppe Bongiovanni (2007)
Palermo
Antonio Fotia (2002)
Catania
Antonio Caruso (1999)
Messina
Paolo C. (n.d.)


LOMBARDIA – 5 MORTI
Milano – 3
Marco Riccardi (2000), Cesare Boscaino (2004), Anonimo (2007)
Mantova
Alessandro Garofolo (1993)
Varese
Rinaldo Colombo (2000)

TOSCANA – 4 MORTI
Grosseto – 3
Stefano Ceccarini (1999), Leonardo Manicone (2004), Gian Battista Marica (2009)
Firenze
Pasquale Cinelli (2000)

VENETO – 4 MORTI
Padova – 2
Lorenzo Michelini (1977), Amos Lucchini (2008)
Verona
Umberto Pizzamiglio (1999)
Venezia
Stefano Cappellaro (2007)

LIGURIA – 2 MORTI
Genova
Emilio Di Zazzo (2004)
Imperia
Valerio Campagna (2003)

CALABRIA – 2 MORTI
Cosenza
Francesco De Seta (2009)
Vibo Valentia
Domenico Gurrao (2008)

FRIULI – 2 MORTI
Udine -2
Emanuele Pecoraro (2007), Andrea Orsetti (2008)

EMILIA ROMAGNA – 2 MORTI
Rimini
Anonimo (morte resa nota nel 2009)
Modena
Giuseppe Benetti (1998)

UMBRIA – UN MORTO
Orvieto
Stefano Melone (2001)

ABRUZZO – UN MORTO
L’Aquila
Fabrizio Di Nino (2009)

REGIONE SCONOSCIUTA – 6 MORTI
Davide Zulian (1991), Francesco Baldi (1998),Luigi D’Alessio (2000), Mario Ricordi (2000), Luigi Cristofaro (2000), V.M. (2009)

***************************************************

Discordanza nei dati relativi al numero delle vittime


Il Ministro della Difesa Arturo Parisi nelle sue due audizioni del 9 ottobre 2007 e del 6 dicembre 2007, ha indicato rispettivamente in 37 e 77 i casi di morte e in 255 e 312 i casi di malattia, dunque delle cifre sensibilmente discordanti tra loro, mentre la Sanità Militare (GOI, Gruppo Operativo Interforze della Sanità Militare) ha indicato in 158 i casi di morte e in 1833 i casi di malattia (vedi audizione del Senato del 4 ottobre 2007).

Quindi, non solo vi è un disaccordo considerevole tra le cifre comunicate dal Ministro nelle due audizioni, ma esiste anche un disaccordo tra tali cifre e quelle comunicate dalla Sanità Militare.
Nè si forniscono spiegazioni su come è stato possibile che in pochi anni si è passati dai 44 casi di possibile esposizione, presi come base dalla III Relazione Mandelli, ai circa 2000 casi presi in considerazione dalla Sanità Militare.

____________________________________________________________

Denunce e segnalazioni:

ASSISTENZA LEGALE VITTIME E FAMILIARI

STUDIO LEGALE Bruno Ciarmoli
Per informazioni: 080/52.47.542

____________________________________________________________

11 dicembre 2009

fonte:  http://inchiestauranio.blogspot.com/

About these ads

One response to ““Una leucemia fulminante ha ucciso mio marito a 29 anni”. La lettera della vedova di un reduce dalla Somalia / Il LIbro Nero”

  1. dragone says :

    ecco questo e l’ esercito Italiano……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 204 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: