Fioroni: "Nuove regole per i docenti"

“Si riparte dal merito e dalla qualità”

Il ministro delle Pubblica istruzione anticipa alcune novità previste nel nuovo anno. A partirea dai concorsi e dai tirocini: un praticantato di due anni, “così come avviene in tutte le professioni”

Il ministro della Pubblica istruzione Fioroni Roma, 30 dicembre 2007 – La scuola italiana ha bisogno “di rimettere a posto una serie di cose, ripartendo dal merito e dalla qualità della didattica”. Lo anticipa in un’intervista il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni.

“Il reclutamento del personale – ha affermato il ministro – avrà nuove regole che entreranno in funzione progressivamente quando saranno svuotate le graduatorie a esaurimento. Tutti quelli che fanno parte delle liste esistenti entreranno in ruolo, dopo si ripartirà con i concorsi e cambierà tuttò”.

“Con le nuove norme – ha spiegato – l’abilitazione sarà solo un requisito per partecipare al concorso. La novità importante è che i concorsi non saranno banditi alla cieca, tanto per reare graduatorie e tenere gente in fila per anni. Con il nuovo regolamento i bandi saranno sulla base dei posti da coprire. L’altra novità è quella del tirocinio. L’aspirante docente è idoneo o non idoneo? Lo dirà il praticantato da uno a due anni, periodo di prova in cui l’insegnante verrà messo sotto esame: è così in tutte le professioni”.

fonte: http://qn.quotidiano.net/2007/12/30/57118-fioroni_nuove_regole_docenti.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: