Iraq, il Pentagono sotto accusa “Assolda gli esperti di guerra in tv”

https://i0.wp.com/cagle.msnbc.com/working/061212/matson.gif

______

In un’inchiesta del NYT, durissime accuse all’amministrazione Usa
“Con favori e privilegi arruolavano analisti per mettere in buona luce la guerra in Iraq”

.

NEW YORK – Analisti militari a libro paga del Pentagono o dell’industria della difesa, informazione manipolata per mettere in buona luce, di fronte all’opinione pubblica, la politica della Casa Bianca contro il terrorismo e la guerra in Iraq. Questa l’accusa, pesante, lanciata dal New York Times contro l’amministrazione Usa e il sistema dei media. Secondo il quotidiano, il Pentagono aveva messo in piedi una vera e propria strategia mediatica per conferire popolarità alla guerra contro Saddam: far parlare, nei principali network, analisti all’apparenza indipendenti, ma in realtà fortemente influenzati e influenzabili. A loro venivano concessi colloqui privati, viaggi, accesso a informazioni riservate.

“Dichiarazioni e interviste mostrano come l’amministrazione Bush abbia usato il suo controllo sull’accesso alle informazioni per trasformare gli analisti in una sorta di cavallo di troia (…) uno strumento per dirigere la copertura dei problemi del terrorismo dall’interno”, scrive il NYT.

Un piano semplice e dettagliato. “Torie Clarke, l’ex responsabile delle pubbliche relazioni – scrive il NYT – creò all’interno del Pentagono un sistema di reclutamento di ‘personaggi influenti chiave’ per sostenere le priorità di Rumsfeld (l’ex segretario di Stato alla Difesa, ndr)”. Personaggi scelti soprattutto tra “analisti” ed “esperti” in quanto, vista la loro naturale autorevolezza, “erano tenuti in maggior conto dei giornalisti” da parte dei telespettatori. Da lì, accusa il giornale, l’idea di utilizzarli per rendere “più popolare l’idea della guerra”.


Una denuncia alla quale il Pentagono replica sostenendo che ci si preoccupava solo di dare agli analisti notizie accurate. In realtà, secondo quanto ricostruito dal quotidiano, alcuni commentatori avevano anche stretti rapporti con società direttamente implicate nello sforzo bellico, ma assai raramente chi ascoltava veniva informato di questo non secondario particolare.

Un caso citato dal giornale risale al 2005. Quando cioè il Pentagono raccolse un gruppo di militari in pensione, e li portò in Iraq sull’aereo normalmente usato dal vicepresidente Dick Cheney. Poi, molti di loro comparvero in tv, presentati come analisti. Uno di essi, nel servizio del NYT ammette di aver ricevuto palesi pressioni. Altro episodio documentato dal giornale è quello legato alla cosiddetta “rivolta dei generali”. Nell’aprile del 2006 un gruppo di alti ufficiali in congedo iniziò a criticare Rumsfeld e a chiederne esplicitamente le dimissioni. Il 14 aprile, lo stesso capo del Pentagono ordinò ai suoi collaboratori “di convocare gli analisti la settimana dopo per istruirli”.

Quattro giorni dopo, secondo la ricostruzione del NYT, “diciassette di loro erano davanti allo stesso Rumsfeld e al generale Peter Pace, allora capo delle forze armate Usa”. Il giornale denuncia infine che, vista l’efficacia del sistema, anche l’ex ministro della Giustizia, Alberto Gonzales, preoccupato “delle polemiche sulle intercettazioni senza autorizzazioni sul territorio Usa”, iniziò a “usare gli analisti” per migliorare la sua immagine.

(20 aprile 2008)

http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/esteri/iraq-124/analisti-prezzolati/analisti-prezzolati.html?ref=search

2 risposte a “Iraq, il Pentagono sotto accusa “Assolda gli esperti di guerra in tv””

  1. skakkina dice :

    Ehi, grazie dell’editing! 🙂 Non riuscivo a visualizzare l’immagine che cercavo di caricare, così l’ho tolta. Boh, è da ieri che wordpress mi di ribella.

  2. Franca dice :

    La cosa non mi meraviglia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: