Nell’anniversario di Tiananmen, le ‘Madri’ chiedono la verita’

http://michaelgreenwell.files.wordpress.com/2007/06/tiananmen.jpg

Photographer: Stuart Franklin Magnum
Source: life.com

__________________________________________________________________________________________________

Dissidenti e attivisti per i diritti umani hanno chiesto alle autorità cinesi di dire la verità sui fatti di piazza Tiananmen e di liberare le persone ancora detenute nel 19esimo anniversario della repressione del movimento democratico degli studenti. La scadenza del “6.4”, come viene chiamata dai cinesi, quest’anno si è svolta in sordina, stretta fra le severe misure di sicurezza varate in vista delle Olimpiadi di agosto e il lutto nazionale per il terremoto del Sichuan.

Ding Zilin, 63 anni, fondatrice dell’associazione delle Madri di Tiananmen, ha dichiarato di sentirsi “incoraggiata” dalla reazione popolare alla devastazione del terremoto (le vittime sono state almeno 70mila), nella quale i cinesi hanno mostrato “amore e rispetto” per la vita” umana indicando che esiste una “speranza per il futuro”.

Le Madri hanno rinunciato quest’anno a diffondere la loro consueta lettera aperta alle autorità cinesi, ma in sito web creato per l’occasione (www.tiananmenmother.org), hanno chiesto loro di dire quante furono le vittime dell’ intervento militare contro gli studenti che occupavano la piazza centrale di Pechino. Invocare il “segreto di Stato” come ha fatto fino ad oggi il governo, affermano le Madri, “non ha alcun fondamento legislativo” e Pechino dovrebbe compiere “un atto di coraggio e di responsabilità”.

I fatti del 1989 portarono alla caduta dell’ allora segretario comunista Zhao Ziyang che aveva disapprovato l’ intervento dell’ esercito. In seguito furono bollati come un “moto controrivoluzionario” dal Partito Comunista Cinese. Le Madri stesse hanno identificato 189 vittime della repressione, tra cui 71 studenti. Secondo le dichiarazioni informali di alcune delle persone che allora avevano la responsabilità dell’ordine pubblico nella capitale, ricordano le madri, sarebbero morte in tutto 200 persone, per la maggior parte militari, e tra le quali c’erano solo 36 studenti.

Ieri, il gruppo umanitario di Hong Kong ‘Centro per l’ informazione sui diritti umani e la democrazia’, animato dal reduce di Tiananmen Frank Lu, ha citato un testimone secondo il quale Yang Shangkun, che allora era il vicepresidente della Repubblica Popolare Cinese e che fu favorevole all’ intervento militare, avrebbe affermato che le vittime furono circa 600. Nel corso degli anni, gli analisti hanno usato con frequenza l’ espressione “centinaia, forse migliaia” di morti. Sul loro sito, le Madri di piazza Tiananmen hanno pubblicato anche una mappa dei luoghi nei quali i militari spararono sulla folla. Molte delle violenze, infatti, avvennero prima che i soldati arrivassero sulla piazza occupata dai giovani. I militari venivano da fuori Pechino e centinaia di persone solidali con gli studenti cercarono di fermarli prima che raggiungessero Tiananmen.

Human Rights Watch: Pechino rilasci i detenuti di Tiananmen

Circa 130 persone sono ancora in carcere per aver partecipato alla protesta di piazza Tiananmen del 1989 in Cina. La Human Rights Watch, gruppo per la difesa dei diritti umani che ha sede a New York, ha chiesto che il regime cinese rilasci questi detenuti come prova dell’impegno promesso verso la tutela dei diritti dell’uomo in vista dei Giochi Olimpici.

“Il governo cinese dovrebbe mostrare al pubblico delle Olimpiadi la sua serietà verso i diritti umani rilasciano i detenuti di Tiananmen”, ha detto durante una conferenza stampa Sophie Richardson, vice-direttore del gruppo in Asia.

Laogai Research Foundation

Human Rights in China

Cina. Traffici di morte (da ‘Tempi dispari’)

__________________________________________________________________________________________________

https://i1.wp.com/www.angelsgateart.org/shows/artdem/bauknight_tiananmen.jpg

Catherine Bauknight
Tiananmen Square
Photograph

.

fonte: http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=82355

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: