Le Borse europee affondano / In serata Consiglio dei Ministri straordinario

https://i0.wp.com/media.economist.com/images/20080322/1208LD1.jpgImage by ‘The Economist’

.

Dopo il tonfo di Wall Street, Tokyo – 9,38%, peggior calo di sempre

Arrivano a toccare perdite dell’8-9% in mattinata, poi recuperano qualche punto. Mosca sospesa fino a venerdì

.

MILANO – Mercati finanziari europei in caduta libera nonostante la diffusione del piano di salvataggio britannico delle banche (annunciato pochi minuti prima dell’apertura delle Borse). Ha pesato il tonfo dell’Asia e il crollo di martedì di Wall Street (-5,22%). In mattinata i mercati continentali sono arrivati a perdere anche l’8-9% (con punte del 10%), poi hanno recuperato un po’ per assestarsi su perdite del 5-6%.

PIAZZA AFFFARI – Raffica di sospensioni in avvio di seduta in Piazza Affari, poi il Mibtel è sceso ulteriorimente sino a -7%, per recuperare in parte a -5,26%, comunque ai minimi da aprile 2003. Banche e assicurazioni continuano a essere i settori più penalizzati, in calo rispettivamente del 5,28% e del 6% precedute solo dagli energetici (-7%). Pesante l’auto (-3%) e i media (-4,16%): Mediaset (-5,22%) è ai minimi dal 1997. UniCredit cede il 10,5%, l’amministratore delegato Alessandro Profumo ha dichiarato che nel 2008 la banca «si concentrerà ancora di più sul taglio dei costi per contrastare la frenata dei ricavi» e ha confessato che «ritornando a un anno fa non avrei usato il capitale in eccesso che avevo per acquisizioni al picco del ciclo». Oltre ai 300 esuberi già annunciati da UniCredit lo scorso giugno, taglierà nel 2009 altri 700 posti di lavoro.

EUROPA – Caduta libera anche negli altri mercati europei, che prima affondano sino a sfiorare il -10%, poi recuperano in parte assestandosi su perdite dell’ordine del 5-6%. Francoforte ha toccato i minimi da settembre 2005, Parigi da dicembre 2003. Sospensioni parziali delle Borse di Praga e Bucarest. Mosca ha sospeso le contrattazioni per eccesso di ribasso: l’indice Micex, che tratta in rubli, resterà chiuso sino a venerdì.

ASIA – La discesa della Borsa di Tokyo è stata inarrestabile. L’indice Nikkei ha chiuso a -9,38%, il calo più pesante di tutti i tempi, ben sotto la soglia psicologica dei 10 mila punti. Neppure all’indomani degli attacchi dell’11 settembre 2001 era stato registrato un calo così brusco. Le altre principali piazze dell’Asia hanno seguito la stessa tendenza: Shanghai -3%, Hong Kong -5,2 (la Banca centrale ha tagliati i tassi di un punto al 2,5%), Mumbay -4,3%, Seul -5,8%, Taiwan -5,8%, Singapore -5,5%, Qatar -8,13%, Bangkok -8,37%.

MUTUI – Continuano a volare le rate dei mutui: i tassi interbancari toccano i nuovi massimi sulla scia dei timori per la crisi finanziaria. L’Euribor a tre mesi vola al 5,393%, nuovo massimo dal 1994.

EURO IN CALO SUL DOLLARO – Euro in calo nei primi scambi della mattinata sui mercati valutari europei. La moneta unica passa di mano a 1,3548 dollari (contro 1,3609 di martedì sera a New York) e a 134,64 yen (ai minimi degli ultimi tre anni).

PETROLIO – Forte calo anche del petrolio a 86,18 dollari al barile, in discesa di quasi 4 dollari.

ORO – Sale decisamente invece il prezzo dell’oro, quotato a Londra 911,35 dollari l’oncia, in crescita addirittura di quasi 25 dollari (+2,8%) rispetto alla chiusura di New York di martedì sera. Il prezzo dell’argento è in crescita del 5%. L’oro ha guadagnato circa il 25% in meno di un mese.

.
08 ottobre 2008

fonte: http://www.corriere.it/economia/08_ottobre_08/tokyo_crollo_borsa_3a548072-9500-11dd-a444-00144f02aabc.shtml

__________________________________________________________________________________________________

Il governo e la crisi: in serata CdM straordinario per piano stabilità banche

a Palazzo Chigi l’esame del decreto legge

Il varo «a seguito della riunione Ecofin di lunedì e martedì e in coordinamento con altri governi europei»

.

ROMA – Il governo stringe sulle misure per fronteggiare la crisi dei mercati. Alle 20 di oggi è convocato il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi per l’esame del decreto legge su «misure urgenti per garantire la stabilità delle banche e del risparmio».

I PROVVEDIMENTI – «A seguito della riunione Ecofin di lunedì e martedì e in coordinamento con altri governi europei, il Consiglio dei ministri adotterà i provvedimenti necessari per garantire la stabilità delle banche e del risparmio» si legge in una nota della presidenza del Consiglio dei ministri.

BERLUSCONI-TREMONTI – La decisione di convocare il CdM è stata presa dal premier Silvio Berlusconi in un incontro avuto stamane a palazzo Grazioli con il ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Il faccia a faccia tra i due è terminato poco prima di mezzogiorno. Tremonti ha lasciato via del Plebiscito senza fare dichiarazioni. All’incontro, secondo l’Adnkronos, era presente anche il responsabile della Farnesina Franco Frattini.

.
08 ottobre 2008

fonte: http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_08/cdm_misure_stabilita_banche_7676b58a-951d-11dd-a444-00144f02aabc.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: