ALITALIA: Salvo miracoli è FALLIMENTO

http://bananenews.files.wordpress.com/2008/05/alitalia_logo.jpg

Cgil, Cisl, Uil e Ugl firmano il protocollo d’intesa proposto da Letta
Ma piloti (Anpa, Up) e assistenti di volo (Avia, Sdl) dicono di no

Fallisce la mediazione presso la presidenza del Consiglio
Riggio: “Se cade offerta scade licenza provvisoria e aerei a terra”

.

ROMA – La Cai non presenta più l’offerta vincolante per Alitalia. La compagnia di bandiera corre verso il fallimento. Dopo l’accordo di settembre che sembrava aver chiuso positivamente la questione e dopo un mese di infrtuttose trattative di merito, l’ultimo tentativo di arrivare a un’intesa, si è svolto questa mattina a Palazzo Chigi. Davanti al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta in vesti di mediatore-notaio, si sono trovati i rappresentanti di otto sigle sindacali, il presidente e l’amministratore delegato di Cai Roberto Colaninno e Rocco Sabelli e il commissario Alitalia, Augusto Fantozzi. Berlusconi avrebbe chiamato Colaninno per scongiurare la rottura. Riggio: “Senza Cai, niente licenza e aerei a terra”.

Risultato a metà negativo. Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno firmato il protocollo d’intesa che Letta ha presentato come ultima spiaggia non più mediabile, ma i rappresentanti autonomi dei piloti (Anpac, Up) e degli assistenti di volo (Avia e Sdl) hanno detto di “no”. “No” deciso e non modificabile, nonostante gli avvertimenti di Letta e Fantozzi (“siamo sull’orlo del baratro”) e della minaccia di Colaninno di ritirare l’offerta di Cai. Metà negativo ma comunque insufficiente. Colaninno era stato chiaro: senza le firme dei sindacati (tutti i sindacati) l’offerta di Cai (l’unica sul tavolo) sarebbe sparita per sempre. Detto e fatto: incassate quattro firme su otto (le quattro mancanti rappresentano però la maggioranza dei dipendenti Alitalia) Colaninno e Sabelli hanno raggiunto la sede di Intesa-San Paolo per il consiglio di amministrazioine Cai. La risposta è arrivata dopo neanche due ore: “Cai non presenterà l’offerta vincolante per Alitalia”. Salvo miracoli è il fallimento.

Le conseguenze. Il fallimento comporta la messa a terra degli aerei, il licenziamento di tutto il personale e i libri in tribunale. Dal fallimento, ovviamente, un altro soggetto (Air France-Klm o Lufthansa) potrà rilevare la compagnia a prezzo stracciato e potrà decidere in piena autonomia, quanto dell’attuale personale riassumere e a quali condizioni.

Riggio: “Senza Cai niente licenza e aerei a terra”. Senza l’offerta vincolante di Cai “verrebbe meno anche la licenza provvisoria di volo, che era stata concessa sulla base di un piano credibile in tempi ragionevoli” come era stato appunto giudicato quello della cordata guidata da Colaninno, dice il presidente dell’Enac Vito Riggio. In caso di mancata offerta vincolante, l’Enac convocherà immediatamente il commissario straordinario Augusto Fantozzi, lunedì o martedì al massimo, per chiedergli un piano finanziario alternativo. Comunque nel giro di una settimana o due gli aerei sarebbero messi a terra.

Le reazioni. Il Pd ha chiesto che il governo riferisca subito in Parlamento: “Davanti a notizie così preoccupanti e all’incertezza che stanno determinando nel settore del trasporto aereo – dice un comunicato – il silenzio del governo è assordante ed inaccettabile. Si parla di una compagnia strategica per il nostro paese il cui fallimento avrebbe ripercussioni devastanti per decine di migliaia di lavoratori italiani”.

Berlusconi chiama Colaninno. Il presidente del Consiglio sarebbe intervenuto sul presidente della Cai per scongiurare la rottura sul dossier Alitalia: è quanto riferiscono fonti riservate, secondo le quali la decisione di non presentare l’offerta vincolante per gli asset Alitalia potrebbe, alla luce dell’intervento del premier, essere sospesa in attesa di una valutazione più approfondita.

Scajola preoccupato. “E’ una notizia negativa, brutta – dice il ministro per lo Sviluppo economico – è parte dell’atteggiamento irresponsabile di molti sindacati che hanno ritenuto che potesse essere possibile qualche altra soluzione”.

.

31 ottobre 2008

fonte: http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/economia/alitalia-32/letta-trattativa/letta-trattativa.html?rss

2 risposte a “ALITALIA: Salvo miracoli è FALLIMENTO”

  1. Sub dice :

    Se dico.. noi l’avevamo detto, risulto antipatico?

  2. solleviamoci dice :

    no, caro Sub… risulti solo profeta in patria! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: