Peggiora la qualità della vita: maglia nera ad Agrigento, Siena la migliore

Qualita' della vita crollata nel Nord Ovest

Qualita’ della vita crollata nel Nord Ovest
.
Roma | 7 dicembre 2008
.

La Toscana, il Trentino Alto Adige, l’Emilia Romagna e in generale il Centro Nord: sono le regioni dove di vive meglio, secondo il “Rapporto 2008 sulla qualita’ della vita”, che sara’ pubblicato domani da Italiaoggi e di cui e’ stata data un’anticipazione. E’ Siena, in particolare, la numero uno, quella in cui si sta meglio. Per servizi, lavoro, ambiente, sicurezza, mancanza di disagio sociale, popolazione, tempo libero e tenore di vita.

Maglia nera invece alla provincia di Agrigento, che nella classifica e’ all’ultimo posto, preceduta da Enna e Napoli. Ma e’ tutto il Sud ad uscire con punteggi bassissimi, con le prime province, Campobasso e Bari, che si trovano al 41/mo e 48/mo posto. Si vive bene anche a Trento e Bolzano (rispettivamente seconda e terza), mentre nel Nord Ovest la situazione e’ peggiorata: Milano e Torino, ad esempio, hanno perso alcune posizioni in classifica rispetto al 2007.

In netto miglioramento invece Roma, che e’ salita al 29/mo posto, dal 58/mo del 2007. Migliorata anche la situazione di Isernia, maglia nera 2007, risalita di 24 posizioni.

In generale, pero’, la qualita’ della vita e’ peggiorata: in 55 province su 103, e’ risultata scarsa o insufficiente, il peggior risultato degli ultimi sei anni.

– CRIMINALITA’: E’ Bologna la provincia meno sicura, agli antipodi c’e’ invece Matera. Genova conta il maggior numero di borseggi, Modena e Savona il maggior numero di furti d’auto e in appartamento. A Napoli si concentrano le rapine, a Isernia le truffe, a Crotone gli omicidi, a Bologna le violenze sessuali su maggiori di 14 anni a Rimini su minori di 14 anni.

– DISAGIO SOCIALE: E’ una piaga che colpisce in primo luogo le province di Avellino, Caserta e Trapani. Trieste e Gorizia sono invece i territori in cui il problema si sente meno. Gli infortuni sul lavoro capitano soprattutto a Rimini, i suicidi o tentativi di suicidio si concentrano a Vercelli e Trieste. Il piu’ alto tasso di disoccupazione si ha a Palermo, il piu’ alto numero di minori denunciati a Messina.

– SERVIZI: La provincia di Aosta e’ quella che ne offre di piu’ ai cittadini. Fanalino di coda Prato. Siracusa e’ la provincia che mette a disposizione piu’ insegnanti, Grosseto piu’ medici ospedalieri, Crotone piu’ posti letto nei centri di cura.

– TEMPO LIBERO: In cima alla classifica c’e’ Firenze, che e’ la provincia che conta anche il maggior numero di associazioni. Ancona e’ al primo posto per l’offerta di palestre, Sondrio per le sale cinematografiche, Parma per le librerie.

– TENORE DI VITA: Il piu’ alto e’ a Milano (qui le pensioni medie sono le piu’ alte di Italia, come anche i depositi bancari pro capite), il piu’ basso ad Agrigento. Il prezzo al metro quadro per gli appartamenti si registra a Napoli. Le spese piu’ alte per i consumi si hanno a Belluno.

– LAVORO: La disoccupazione si fa sentire soprattutto ad Agrigento; i fallimenti di imprese sono piu’ frequenti a La Spezia. Parma brilla per il suo tasso di occupazione (72,4%). Grosseto conta il maggior numero di imprese registrate.

.

fonte: http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsId=89192

_____________________________________________________________

https://i2.wp.com/www.summerabroad.utoronto.ca/gallery/italy/italySienaPalio4.jpg

A Siena si parlano 50 lingue:
con gli immigrati l’italiano cambia

.

ROMA – Si parla di immigrati, di coppie miste, di cittadinanza. Ma è difficile, in mezzo a questa ‘rivoluzione’, sentire qualcuno che si occupi di quello che sta accadendo alla lingua italiana. Eppure il mutamento è visibile anche nelle insegne e nelle scritte sui muri. Alle parole che usiamo si sono aggiunti tanti altri vocaboli arrivati dall’Europa dell’Est, dall’Africa, dal Sud America. E’ questo l’argomento della prima pubblicazione dell’Osservatorio linguistico permanente dell’italiano diffuso fra stranieri e delle lingue immigrate in Italia dell’Università per Stranieri di Siena.

Il volume “Toscane favelle – Lingue immigrate nella provincia di Siena” sarà presentato a Roma, nel palazzetto Mattei di Villa Celimontana, lunedì 19 settembre, alle 16.30 da Giuliano Bellezza, Tullio De Mauro e dal rettore dell’Università per Stranieri di Siena, Massimo Vedovelli.

L’opera è il risultato di un’indagine svolta da Raymond Siebetcheu, un giovane camerunese laureatosi in Mediazione linguistica e culturale, che ha studiato il rapporto fra la presenza delle comunità immigrate nel territorio senese e il nuovo assetto linguistico ne deriva.
La tesi di Siebetcheu è stata affiancata dall’opera di altri giovani ricercatori, in particolare Monica Barni e Carla Bagna. Un giovane geografo, Massimiliano Tabusi, ha aggiunto all’analisi sociolinguistica la prospettiva della sua disciplina, e Paolo Chiricozzi, geomatico esperto di cartografie digitali, ha realizzato le carte geoetniche e geolinguistiche presenti nel volume e nel cd-rom.

Il titolo evoca la prima cattedra di “toscana favella” istituita a Siena dal Granduca Ferdinando I nel 1589, ma la città e i suoi dintorni sono da sempre considerati la culla della lingua italiana e questo ne fa il luogo ideale per l’inizio di una ricerca del genere. Nel territorio della provincia sono state identificate più di 50 lingue immigrate che, diventando stanziali, modificano l’italiano.

“Quando si parla di immigrazione – afferma Monica Barni, coautrice del testo – l’argomento lingua non è mai affrontato. Mentre è uno dei problemi più pressanti perché se non sappiamo capire le persone che arrivano non possiamo neanche aiutarle”.
L’Osservatorio Linguistico senese è stato istituito dal ministero dell’Istruzione con lo scopo di attivare una sistematica osservazione dei mutamenti linguistici nel nostro paese e all’estero, attraverso un’attività di ricerca e formazione.

.

fonte:  http://www.ilpassaporto.kataweb.it/dettaglio.jsp?id=39116&s=0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: