Zimbabwe, il colera fa strage: quasi 774 le vittime accertate

L’epidemia causata dal collasso del sistema sanitario nazionale, conseguenza della pesante crisi economica che affligge il Paese

.

I casi di contagio sono più di 15.500. Servirebbero 13,6 milioni di euro

.
Zimbabwe, il colera fa strage quasi 774 le vittime accertateDistribuzione dell’acqua ad Harare

.

HARARE – L’epidemia di colera che dallo scorso agosto ha colpito lo Zimbabwe ha provocato 774 morti. Il bilancio è stato reso noto dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) secondo la quale il numero delle vittime continua ad aumentare giorno per giorno. I casi di contagio sono in totale più di 15.500.

L’area più a rischio è quella della capitale, Harare, dove si sono registrati finora quasi 200 decessi e le persone ammalate sono oltre 7.600. L’epidemia è la più grave mai verificatasi nel Paese africano. E a causa della fuga di massa degli sfollati il contagio rischia sempre più di propagarsi agli altri Stati della regione, dal Sudafrica al Mozambico, al Malawi. Non a caso il Sudafrica ha allestito strutture mediche al confine, dove vengono curate decine di persone.

Per fronteggiare l’emergenza, in alcuni quartieri periferici di Harare sono stati consegnati, , attraverso l’intervento dell’Unicef, migliaia di litri di acqua. Sono settimane che molte zone della capitale sono senza acqua.

L’agenzia Onu per l’infanzia ha lanciato un appello per la raccolta di 13,6 milioni di euro che garantirebbero l’assistenza alla popolazione colpita. Le autorità dello Zimbabwe dal canto loro hanno decretato la scorsa settimana lo stato di emergenza, chiedendo il sostegno delle agenzie internazionali.

L’epidemia si è diffusa a causa
del collasso del sistema sanitario nazionale, causato dalla grave crisi economica in cui versa lo Zimbabwe, con un’iperinflazione che ha superato i 231 milioni per cento e un tasso di disoccupazione che ha raggiunto l’80 per cento. E la situazione potrebbe ulteriormente aggravarsi con l’arrivo della stagione delle piogge.

.
10 dicembre 2008

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: