Israele: «Niente tregua per Gaza, l’offensiva contro Hamas va avanti»

(Epa)

(foto Epa)

.

Il governo di Olmert respinge la proposta di uno stop di 48 ore: «Obiettivi non ancora raggiunti»

.

GAZA – Niente tregua. L’offensiva israeliana nella Striscia di Gaza prosegue. Nonostante le pressioni internazionali per uno stop di 48 ore a scopo umanitario, il gabinetto di sicurezza ha deciso di proseguire l’offensiva contro Hamas. «Al momento – ha spiegato il premier Ehud Olmert – non ci sono le condizioni per un cessate-il-fuoco». Una decisione preannunciata dalla radio militare israeliana secondo la quale a indurire la posizione di Israele – nonostante la proposta francese e l’appello lanciato dall’Unione europea – sono stati i ripetuti lanci di razzi palestinesi contro le città israeliane che hanno dimostrato che «gli obiettivi della operazione ‘Piombo fuso’ non sono stati ancora raggiunti».

ALTRE IPOTESI – «Se le condizioni matureranno, e noi crediamo che possa esserci una soluzione diplomatica che garantisca una maggiore sicurezza nel sud – ha spiegato Olmert – prenderemo in considerazione l’ipotesi di un cessate-il-fuoco». Israele, aveva spiegato in precedenza un portavoce del ministero degli Esteri, Yigal Palmor, sta esaminando le proposte ricevute a livello internazionale per un cessate-il-fuoco che abbia carattere «permanente», e non temporaneo. Esistono parecchie proposte avanzate da diverse parti nel mondo», ha osservato a sua volta Palmor. «Con tali parti c’è un dialogo finalizzato al raggiungimento di un accordo serio per un cessate-il-fuoco permanente a determinate condizioni», ha dichiarato ancora il portavoce ministeriale, sottolineando come tra esse rientri soprattutto un’interruzione «totale» degli attacchi con i razzi da Gaza.

(Ap)

(foto AP)

.

RAID – Dunque, l’offensiva israeliana – arrivata al quinto giorno – non si ferma. Secondo ‘Haaretz’, che cita fonti militari, gli obiettivi dei nuovi raid sono uffici governativi di Gaza, ma anche i tunnel usati per il contrabbando al confine con l’Egitto. Stando a informazioni palestinesi, nel nord di Gaza durante un bombardamento è morto un uomo e altri due sono rimasti feriti; l’agenzia Ramattan precisa che si trattava dello staff di una squadra di soccorso e che il missile israeliano ha colpito la loro ambulanza. Il bilancio aggiornato delle vittime palestinesi fornito da fonti mediche locali alla tv araba ‘al-Jazeera’ è salito a 390 morti e 1800 feriti.

RAZZI – Prosegue anche il lancio di razzi dalla Striscia. Tre razzi di tipo Grad, sparati dai miliziani di Hamas, sono caduti nei pressi di Beersheva, nel sud di Israele, a circa 40 chilometri da Gaza. Colpita in pieno una scuola, che in quel momento era vuota. L’attacco è stato rivendicato in un comunicato dalle Brigate Ezzedin al Qassam, il braccio armato di Hamas. Diversi razzi sono esplosi anche ad Ashqelon.

(Afp)

(foto Afp)
.
LE ACCUSE DI HAMAS – Intanto proprio il movimento islamico accusa l’Autorità palestinese di aver pianificato con Israele il suo ritorno nella Striscia di Gaza. Secondo quanto scrive il Jerusalem Post, che rilancia una notizia diffusa dal Palestine Information Center, un sito web affiliato ad Hamas, il gruppo integralista accusa in particolare il presidente dell’Anp, Abu Mazen, di aver costituito un comitato, composto da alti funzionari della sicurezza e dal ministro dell’Interno, pronto a riprendere il controllo della Striscia. Hamas sostiene che Abu Mazen avrebbe messo a punto il suo piano insieme con gli israeliani, gli egiziani e i sauditi. Il Palestine Information Center riferisce anche che il consigliere del presidente palestinese, Nemmer Hammad, ha telefonato la scorsa settimana ad Amos Gilad, alto funzionario del ministero della Difesa israeliano, per dirgli che l’Anp «crede nella legittimità del diritto di Israele di liquidare Hamas». Due fonti dell’Anp hanno inoltre riferito al Jerusalem Post che l’Anp sarebbe “pronta” a tornare a Gaza nel caso in cui il governo di Hamas venisse rovesciato dall’offensiva israeliana.

.

31 dicembre 2008

fonte: http://www.corriere.it/esteri/08_dicembre_31/gaza_israele_guerra_tregua_razzi_missili_a774aad0-d711-11dd-ad28-00144f02aabc.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: