Famiglia Cristiana contro il Governo: «Italia verso il baratro delle leggi razziali» / Scintille tra Famiglia Cristiana e Maroni “Leggi razziali”. “Falso, vi denuncio”

«Italia verso le leggi razziali»Famiglia Cristiana contro il governo

«L’Italia precipita, unico Paese occidentale, verso il baratro di leggi razziali, con medici invitati a fare la spia e denunciare i clandestini, cittadini che si organizzano in associazioni paramilitari, al pari dei ‘Bravì di don Rodrigo, registri per i barboni, prigionieri virtuali solo perchè poveri estremi, permesso di soggiorno a punti e costosissimo». È quanto scrive Famiglia Cristiana di questa settimana nell’editoriale dedicato agli ultimi provvedimenti del governo sulla sicurezza.

«Il ricatto della Lega di cui sono succubi maggioranza e presidente del Consiglio, mette a rischio lo Stato di diritto» e «così l’Italia, già abbastanza» cattiva «con i più deboli, lo diventerà ancora di più: si è varcato il limite che distingue il rigore della legge dall’accanimento persecutorio». Le misure del governo, secondo il settimanale dei Paolini, rappresentano «il soffio ringhioso di una politica miope e xenofoba, che spira nelle osterie padane» e che «è stato sdoganato nell’aula del Senato della Repubblica».

Eppure, continua l’editoriale,
non c’è stata «nessuna indignazione da parte dei cattolici della maggioranza, nessun sussulto di dignità in nome del Vangelo: peccano di omissione e continuano a ingoiare rospi padani senza battere ciglio, ignari della dottrina sociale della Chiesa». Mentre, conclude l’editoriale, «la Lega esulta: finalmente, il bastone padano, evocato da Borghezio nel 1999, oggi è strumento d’ordine autorizzato dal Parlamento».

Ad ottobre il settimanale aveva pesantemente attaccato il governo per il provvedimento sulle “classi ponte”.  «Il primo provvedimento razziale del Parlamento» scriveva Famiglia Cristiana  che «fa scivolare pericolosamente la scuola verso la segregazione e la discriminazione» e accoglie un concetto che «in altra lingua si chiama apartheid». Oggi il nuovo affondo.

.

9 febbraio 2009

fonte: http://www.unita.it/news/81320/italia_verso_il_baratro_delle_leggi_razziali

____________________________________________________________

Il settimanale dei Paolini all’attacco : “Sull’immigrazione leggi razziali”
Il ministro dell’Interno dà mandato ai suoi legali: “Frasi deliranti, violenza inaudita”

Scintille tra Famiglia Cristiana e Maroni
“Leggi razziali”. “Falso, vi denuncio”

Scintille tra Famiglia Cristiana e Maroni "Leggi razziali". "Falso, vi denuncio"

.

ROMA – Scintille tra Famiglia Cristiana e Maroni. Il settimanale torna all’attacco del ministro dell’Interno e bolla come “leggi razziali” l’intenzione di introdurre nel disegno di legge sulla sicurezza, la possibilità concessa ai medici di denunciare i clandestini malati, e l’opportunità per i cittadini di organizzarsi in ronde di quartiere.

Parole già comparse sul settimanale dei paolini dopo la scelta di prendere le impronte ai bambini rom, ma questa volta il ministro dell’Interno ha replicato con una denuncia: “Contro un’aggressione premeditata da parte di chi usa consapevolmente la violenza di affermazioni false per combattere chi ha opinioni diverse dalle proprie – scrive Roberto Maroni – ho dato mandato di agire in sede civile e penale”.

Dure le parole usate da Famiglia Cristiana per giudicare la politica del governo sull’immigrazione. “Il soffio ringhioso di una politica miope e xenofoba, che spira nelle osterie padane, è stato sdoganato”, è scritto nell’editoriale. “La cattiveria invocata dal ministro Maroni è diventata politica del governo”.

Il riferimento è all’intervento che il ministro dell’Interno fece pochi giorni fa quando ad Avellino, rispondendo all’ex ministro dell’Interno Beppe Pisanu che accusava la Lega “di fare discorsi da osteria padana”, annunciò che “per contrastare l’immigrazione clandestina non bisogna essere buonisti ma cattivi“.

.

9 febbraio 2009

fonte: http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/politica/dl-sicurezza/maroni-denuncia/maroni-denuncia.html?rss

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: