Veltroni: “Berlusconi mai al Colle”

L’altolà del segretario del Pd: «Se lo tolga dalla testa, non garantisce unità»

.

ROMA
«Se lo tolga dalla testa Berlusconi:
al Quirinale non ci andrà mai»: è uno stop netto quello che il leader del Pd Walter Veltroni esprime rispetto alle eventuali ambizioni del premier verso il Colle. In una intervista all’Unità Veltroni spiega che «in quella carica si sono succedute personalità che hanno garantito l’unità della nazione e il rispetto della Costituzione. Lui non è in grado di garantire unità ma solo divisione».

Per Veltroni quello del premier
«è un disegno scellerato e autoritario, già l’anno scorso parlai del rischio di una trasformazione della nostra democrazia e ricordai il modello Putin…». Comunque sia, aggiunge il segretario del Pd, «i cittadini sanno che indebolendo la Presidenza della Repubblica si renderebbe ancora più fragile il paese. Ci vuole un uomo di garanzia. Ci vuole un luogo dove tutto si possono riconoscere. Napolitano e il Quirinale lo sono e devono restarlo». Certo, spiega Veltroni, «dentro i confini dei grandi principi della Costituzione possono realizzarsi interventi che rendono la macchina della democrazia più efficiente e veloce» ma Berlusconi «vuole portare il potere legislativo in una sola mano, la sua».

Infine da Veltroni giunge un plauso a Fini:
«Voglio sottolineare l’autonomia del presidente della Camera. Ci sono avversari politici che conoscono bene la differenza che corre tra le istituzioni e una sezione di partito. Fini lo ha dimostrato in diversi passaggi». Domani comunque il Pd sarà in piazza a Roma e a Milano «per difendere il Capo dello Stato e la Costituzione da chi vuole forzarla». Il che non vuol dire che la Carta non possa essere cambiata: «Il parlamento – ricorda – aveva iniziato un ottimo lavoro. Dentro i confini dei grandi principi della Costituzione, possono realizzarsi interventi che rendano la macchina della democrazia più efficiente e veloce». L’appuntamento per la mobilitazione democratica è dalle 18 a piazza Santissimi Apostoli a Roma, dove l’unico a prendere la parola sarà il senatore a vita Oscar Luigi Scalfaro.

.

9 febbraio 2009

fonte: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200902articoli/40827girata.asp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: