BANGLADESH: Guardie di frontiera in rivolta

.

(AGI) – Dacca, 26 feb. – Il governo del Bangladesh prendera’ “duri provvedimenti” contro le guardie di frontiera in rivolta se non consegneranno immediatamente le armi. E’ il monito lanciato dal primo ministro, Sheikh Hasina, in un messaggio in tv, ai paramilitari che si sono ammutinati chiedendo aumenti di stipendio, vacanze e buoni alimentari. “Gettate le armi immediatamente e tornate nelle vostre caserme”, ha avvertito Hasina, “non obbligatemi a prendere duri provvedimenti, non spingete la mia pazienza oltre limiti tollerabili”. Si tratta del primo banco di prova per il premier da quando ha assunto l’incarico meno di due mesi fa mettendo fine a due anni di regime militare. Intanto, la rivolta si allarga. C’e’ stata una nuova sparatoria al quartier generale di Dacca, dove sono gia’ stati uccisi una cinquantina di ufficiali, e ammutinamenti e scontri sono segnalati in una dozzina di distretti di confine.

Il governo ha ordinato a tutte le compagnie di telefonia mobile di sospendere i servizi per evitare disinformazioni e arginare l’estendersi della protesta. I Bangladesh Rifles, le guardie di frontiera del poverissimo Paese asiatico, hanno compiti di sorveglianza dei confini, ma spesso affiancano esercito e polizia in altre operazioni.

.

fonte: http://www.agi.it/cronaca/notizie/200902260843-cro-rt11004-art.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: