SALUTE – Allergie? Curatevi con gli antistaminici naturali

https://i0.wp.com/www.sambenedettoggi.it/wp-content/uploads/2009/02/milo%20manfredini%20naturopata%20modena%20Allergie.JPG

La vera opportunità della medicina naturale per le allergie è la prevenzione dell’evento acuto. Le terapie antistaminiche non fanno altro che attendere che il fenomeno allergico si mostri e lanciano l’attacco all’istamina appena muove i primi passi oltre la soglia

.

La medicina naturale, invece, giunge in anticipo e, per questo, la cura dovrebbe essere intrapresa almeno due mesi prima rispetto all’insorgenza classica dei sintomi, scegliendo in modo accurato fra i rimedi più indicati. L’omeopatia, in particolare, sa arrivare al dettaglio, distinguendo addirittura fra i rimedi quelli più adatti per chi aggrava stando all’aria aperta o, viceversa, al chiuso, fra chi sta male fin dal mattino o chi ha un attacco acuto di notte, come ad esempio nell’asma allergica. Riconoscere il proprio rimedio è semplice e una volta trovato va iniziato fin da gennaio per arrivare preparati a primavera.

La seconda meravigliosa opportunità è l’assenza di effetti collaterali. Nel farmaco tradizionale questi effetti sono fastidiosissimi. L’antistaminico comporta grande sonnolenza e deconcentrazione. Il cortisone è efficace ma deve essere utilizzato con parsimonia, poichè il suo uso prolungato crea scompensi al sistema immunitario, oltre ai grandi effetti collaterali quali ritenzione idrica e stanchezza.

Ecco i grandi alleati fitoterapici:

Viola tricolor tintura madre: 50 gocce mattina e sera
E’ utile soprattutto per le forme cutanee, gli eczemi, le orticarie. E’ un ottimo drenante cutaneo, un vero e proprio depurativo della pelle, utile a tutti gli allergici che riportano conseguenze anche alla cute e alle mucose

Plantago Maior: tintura madre: 50 gocce per 2-3 volte al giorno
E’ un antistasminico naturale che riduce le risposte allergiche mitigando i sintomi. E’ ottima nella forma respiratoria, soprattutto in caso di congestione e infiammazione delle mucose orali e respiratorie (rinite, asma allergica)

Ribes Nigrum: macerato glicerico 30 gocce per 3 volte al giorno.
Siamo di fronte al vero fitoterapico cortisonico simile. Se iniziato in anticipo rispetto alla crisi stagionale riesce davvero a fare la differenza sul processo allergico e a moderarne i toni. Questo sistema di controllo si esplica attraverso un potenziamento del sistema immunitario che riesce a controllare la risposta istaminica, che altrimenti sfocerebbe come esagerata.

Viburnum Lantana: macerato glicerico 50 gocce ogni sera
Azione broncodilatatrice abbastanza rapida e immediata. In caso di sintomi acuti la somministrazione può essere ripetuta più volte e si trova anche in forma spray, da spruzzare in bocca anche a più riprese in caso di asma acuta, broncocostrizione.

Dottoressa Stefania Piloni

.

fonte: http://www.lifegate.it/salute/articolo.php?id_articolo=1775

Advertisements

21 responses to “SALUTE – Allergie? Curatevi con gli antistaminici naturali”

  1. gianluca says :

    ho un bimbo di 5 anni e pesa 27 Kg. E’ qualche mese che il dermatologo gli ha riscontrato 3 forme di orticaria. La medicina tradizionale gli avrebbe prescritto due mesi di antistaminico.vorrei provare con “Viola tricolor tintura madre”. Quante gocce posso somministrare considerando l’età e il peso, sempre 50 mattina e sera? grazie

    • solleviamoci says :

      Ciao Gianluca. Puoi somministrare al tuo bimbo 5-10 gocce 3 volte al giorno in un pò di acqua, puoi decidere tu la fascia oraria. Mauro (Naturopata diplomato Riza-Milano)

      • gianluca says :

        grazie. ancora una domanda se non sono indiscreto, per quanto tempo devo/posso andare avanti?

  2. solleviamoci says :

    Vedi Gianluca, potrei dirti semplicemente di continuare fino alla scomparsa del sintomi ma queste orticarie, specialmente nei bambini, avrebbero bisogno di un’indagine approfondita. La mia risposta precedente era in forma strettamente accademica, tuttavia ho tralasciato di dire (forse perché l’ho dato per scontato) che sarebbe bene far seguire il tuo bimbo da un naturopata o da un medico preparato in medicine naturali affinché possa valutare correttamente le origini (se possibile) del problema. Puoi comunque somministrare la Viola Tricolor, ed eventualmente alzare a 15 gocce (3xdie) il dosaggio. Tienilo sotto osservazione per una quindicina di giorni, se la sua forma di orticaria non accenna a migliorare allora portalo decisamente da qualcuno esperto.

    Spero di esserti stato di aiuto.

    mauro

  3. MARIA GAGLIARDI says :

    SOFFRO DI UN’ORTICARIA DERMOGRAFICA FASTIDIOSISSIMA , PRENDO GIà UN’ANTISTAMINICO PER PROBLEMI DI ALLERGIE STAGIONALI, AERIUS, MA L’ORTICARIA è SEMPRE LI, POTREI ASSOCIARE QUALCHE RIMEDIO NATURALE?? SE SI QUALE? GRAZIE

  4. luisa says :

    Buongiorno, ho una figlia di 6 anni che pesa 20 kg e dall’anno scorso soffre di allergia alle graminacee. E’ scoppiata improvvisamente un bel giorno e dopo una visita si è arrivati alla conclusione che la bimab è allergica. Chiedo, visto che preferirei non assumere tanti medicinali quali gli antistaminici, quale cura omeopatica potrei farle provare…Grazie infinite per l’attenzione. Saluti. Luisa Moretti

  5. noviello rocco domenico says :

    C’è bisogno di una vita
    che sia rispettata
    nei suoi valori fondanti.
    C’è bisogno dell’Uomo
    e della circostante natura
    valorizzati nei principi.
    C’è bisogno di libertà
    di pensiero e di circolazione
    delle idee e dell’individuo.
    C’è bisogno di amore
    e di comprensione del circostante
    che valorizzi il sociale.
    C’è bisogno di economia
    incentrata a valorizzare
    le naturali risorse e la forza lavoro.
    C’è bisogno di economia
    non incentrata sul capitale
    e le speculazioni finanziarie.
    C’è bisogno di economia
    che si allontani dal consumismo speculativo
    e si avvicini a quello necessario e indispensabile.
    C’è bisogno di economia
    che affranchi dal bisogno
    e da politiche scellerate.
    C’è bisogno di una politica
    che ridisegni il progresso con benessere
    fondante e unificante per tutti.
    C’è bisogno di Noi!!!

  6. cirasole angelica says :

    ciao,ho un bimbo di 5 anni che ha una tosse allergica da gennaio a maggio fino a quando lo portiamo al mare, sembra una tosse allergica perchè l’areosol e gli antistaminici funzionano bene, vorrei provare una cura omeopatica…cosa mi consiglia?
    p.s. si riempe spesso di muchi e se non si interviene farmacologicamente si trasforma in bronchite, le prove allergiche hanno dato esito negativo.
    grazie infinite angelica

    • solleviamoci says :

      Per tutti.
      Come Naturopata vi consiglio di approfondire i temi della prevenzione delle cure naturali delle allergie e/o delle intolleranze alimentari sul sito http://www.eurosalus.com/home/del dottor Attilio Speciani, Specialista in Allergologia e Immunologia clinica, nonchè direttore scientifico dello stesso. Egli saprà darvi le corrette indicazioni sia in forma di consulenza che di informazione in generale sul sito dell’eurosalus, davvero ben fatto e con le materie chiaramente esposte.
      Affinché non sorgano dubbi (leciti per carità) di eventuali interessi miei o connivenze varie, ci tengo a precisare che il sottoscritto non conosce il dottor Speciani se non di fama e non ha con lui alcun rapporto di natura giuridica e tantomeno di interesse speculativo sotto qualsiasi forma, sia palese che occulta.

      Mauro Salvi

  7. Andrea says :

    Salve,

    Ho un figlio di 30 mesi, che presenta reazioni cutanee spropositate ad ogni puntura di zanzara, il mese scorso abbiamo fatto le analisi del sangue e con l’occasione anche i rast x cercare eventuali allegrie (zanzara, vespa, cane, acaro della polvere, pomodoro ecc…) risultato: nessun’allergia, una leggerissimi sesibilizzazione all’acaro della polvere, ma le IgE totali sono altissime, sia il pediatra sia l’allergologo dicono si tratti di un’iperproduttore di istamina e soggetto tendenzialmente allergico, benchè al momento non ci siano allergie in corso.
    l’allergologo ha consigliato di dare 5gocce al giorno di antistaminico x tutto il periodo estivo, ma francamente sono contrario.
    E per questo motivo cercando in rete “antistaminici naturali” sono approdato su queste pagine, a questo punto chiedo: qual’è il prodotto giusto da somministrare ad un bimbo di 30 mesi e 13Kg di peso?

    Grazie in anticipo
    Andrea

    • solleviamoci says :

      Caro Andrea,
      la tu adomanda è interessante e richiede una risposta complessa. Prima ancora, però, provoca altre domande
      1) Qual’è il livello di inquinamento (se ve n’è) dell’ambiente in cui vivete?
      2) Il bambino è stato sottoposto ad un test per le allergie alimentari? (tipo il Dria – Video: Spiegazioni sul test DRIA)
      3) L’Istaminasi è corretta?
      4) Con che cibi si alimenta il bambino?
      Ecc ecc.
      Due consigli
      . Controllare la lista dei cibi. Qui sotto quelli contenenti alte dosi di istamine
      ‘..sono pesci della famiglia degli scombridi e altri pesci di mare non ben refrigerati, alcuni formaggi, vini rossi, estratto di lievito, cibi fermentati anche vegetali, birra. Qualcuno ritiene che l’istamina possa essere anche di provenienza endogena, prodotta dalla degranulazione dei mastociti a sua volta causata da una sostanza non ancora identificata contenuta negli scombridi o – anche se non provato – da enzimi come tripsina o da altre sostanze come peptoni contenuti nel bianco d’uovo, crostacei, cioccolato, fragole, etanolo, pomodori, agrumi. L’istamina proviene dalla decarbossilazione batterica dell’istidina.’ – fonte http://www.sportbrain.it/processo-allistamina.html
      . Prova a consultare il sito eurosalus, e mettiti in contatto con il dottor Dottor Attilio Speciani,
      Allergologo e Immunologo clinico, che gestisce il sito

      Auguri per il bimbo
      mauro

  8. rosario says :

    sono una signora di 38 anni e convivo con l’orticaria da quasi 12 anni mi deriva dalla gravidanza di mio figlio che per trattenere la gravidanza ho dovuto fare le punture di prontogest e di lentogest per 8 mesi. prendo lo zaditen compresse,nalcrom bustine,e in cambio allo zaditen prendo adesso il kestina compresse ma nonostante il cambiamento di quest ultimo farmaco non ho risolto nulla anche perche’ il prurito e’larrosamento cutaneo pesiste insieme alla tosse notturna.mi chiedo se posso prendere il farmaco naturale che e’ il seguente (viola tricolor tintura madre).Aspetto un suo parere grazie

  9. Denise says :

    Buongiorno!ho 28 anni, e da 6 anni lavoro in una fabbrica di funghi secchi, dove ovviamente c’è un pò di polvere!Da un anno a questa parte molto spesso durante il lavoro ho problemi di respiro e prendo il ventolin per respirare meglio….Se dovessi usare Plantago Maior potrei risolvere il problema???Grazie

  10. angelo says :

    Salve ho una rinite vasomotoria da quasi 10 anni, da tutte le prove allergiche, compresa quelle del sangue, risulta tutto negativo.
    Uso un antistaminico fristamin da aprile a settembre.
    Esiste qualcosa di simile omeopatico però?
    Grazie.

  11. Daniele Benedetti says :

    Buongiorno..sono disperato e non so più come risolvere il mio problema, in pratica dopo aver fatto ripetuti test anti allergici e non avendomi trovato nulla, mi è stato detto che sono allergico alla polvere, il problema è che ho questo prurito nel naso tutto l’anno con picchi in primavera e autunno, Le chiedo se esiste una cura naturale per alleviare il mio problema in quanto gli antistaminici mi causano sonnolenza e disagi al lavoro.
    Grazie

    • solleviamoci says :

      Caro amico (permettimi il tu) credo che sulla tua allergia, ormai, nesappia quanto è più di un medico… Ti posto un buon articolo sull’argomento, che credo potrà esserti utile. Leggilo con attenzione per valutare cosa fare come auto-cura. Da parte mia (oltre ai consigli contenuti nell’articolo) ti consiglio i lavaggi nasali da fare ogni mattina, magari con aggiunta di bicarbonato (poco), una sana abitudine consigliata dalla medicina orientale. Elimina tutto ciò che può trattenere polvere e acari (i cuscini in Kapok sono eccezionali, 100% fibra naturale; li trovi qui: http://www.artimestieri.com/ricerca/ricerca.php?action=ricerca&ricerca_tipo=tipologia&cat_gruppo=2&cat_id=33&tip_id=134). Mauro Salvi, natoruopata
      **
      Allergia

      Perché esiste? Dove nasce? Perché è sempre più in aumento? Come combatterla con rimedi naturali?
      L’allergia è una malattia del sistema immunitario che reagisce in modo strano al contatto con sostanze innocue. Per intenderci mangiamo del pomodoro, respiriamo del polline o altro e il nostro corpo agisce come se fosse venuto a contatto con una malattia, e partono le difese immunitarie del nostro corpo fanno liberare istamina.
      Una caratteristica dell’allergia è che muta nel tempo. Chi ce l’ha lo sa, succede che si è allergici a qualcosa, e l’anno dopo a qualcos’altro, e via dicendo. Questo perché è una reazione del sistema immunitario, e quindi l’antigene (cioè la sostanza di cui si è allergici) di per se conta poco, perché è la reazione del nostro sistema immunitario che è errata. Di questo disturbo si sa veramente poco, ed è talmente mutevole di caso in caso che è molto difficile darne una definizione. Principalmente i sintomi (lievi; non parliamo dell’anafilassi da allergia grave) sono:

      1.Starnuti, spesso con naso ostruito e gocciolamento
      2.Tosse
      3.Prurito a naso, gola e occhi (che spesso lacrimano e si gonfiano)
      4.Congiuntiviti
      5.Pruriti ed eczemi della pelle
      6.Diarrea o stipsi, disturbi intestinali vari

      Gli esperti stimano che dal 10% al 18% della popolazione sia colpita da allergia, e che il 13% presenta allergia cronica
      Cosa si può fare?
      Innanzi tutto ridurre l’esposizione ai fattori scatenanti, che detto in parole povere vuol dire evitare di respirare quello che vi da fastidio utilizzando mascherine, e di non mangiare ciò che provoca allergia (facile? Non credo! chi è allergico al latte o al glutine ne sa qualcosa; provate a leggere gli ingredienti di qualsiasi cosa, latte e glutine del frumento ci sono dappertutto). Rimuovere la polvere in casa e pulire i filtri del condizionatore.
      Un’altra cosa importante è evitare certi cibi che contengono istamina, e che quindi peggiorano le cose:
      Fragole cioccolato e crostacei contengono istamina
      Molluschi, pomodori e frutta secca stimolano il rilascio di istamina.
      Gli additivi e i coloranti alimentari, perché favoriscono le infiammazioni allergiche.
      Una cosa che fa invece bene è diminuire i prodotti fermentati (formaggi, birra, vino rosso, aceto, yogurt, lieviti) che provocano un’ipersecrezione di muco che aggrava le sintomatologie. Vi chiedete cosa è il muco? È una specie di colla che si appiccica alle pareti intestinali e che impedisce a certi nutrienti di essere assorbiti, e avvelena quelli che lo attraversano, ma del muco, e di cosa si può fare per eliminarlo ne parlerò anche in altri articoli visto che sembra essere il responsabile di molti mali.Cosa fare per evitare o almeno arginare i problemi causati dall’allergia con dei prodotti naturali? Per prima cosa consiglio di fare una disintossicazione (vedi capitolo specifico) perché è importante che il nostro organismo sia in grado di funzionare al meglio per eliminare le tossine che ci intossicano.
      Ritorniamo alle allergie, quindi dopo la disintossicazione, nel periodo primaverile è utile aiutare le difese immunitarie a funzionare al meglio:
      La Dimetilglicina (DMG) può essere molto utile
      L’echinacea, immunostimolante per eccellenza, la sconsiglierei perché il problema delle allergie è un errore del sistema immunitario, e quindi stimolarlo potrebbe peggiorare la situazione.
      L’uncaria, invece, potrebbe essere utile.
      Liquirizia anche questa aiuta il sistema immunitario, in più disintossica e aiuta anche l’asma. Naturalmente questa deve essere presa con cautela per chi soffre di ipertensione, ed assolutamente vietata in gravidanza. Ora con i veri disturbi allergici, cioè quando cominciano a comparire starnuti, occhi rossi o prurito, le piante che aiutano sono tante, ma inannzitutto dividiamo le terapie naturali in due principali, per allergie di tipo alimentare e di tipo respiratorio:
      Quelle di tipo alimentare (allergia o intolleranza) dovrebbe necessariamente passare prima per la disintossicazione,e poi utilizzare anche il Lactobacillus acidophilus che fa parte dei fermenti lattici utile per ristabilire i batteri intestinali e il Ribes nigrum (ad azione cortisonsimile) se c’è orticaria.
      Per le allergie respiratorie oltre al ribes nigrum anche:
      Rosa canina: utilissima anche perché ricca di vitamina C
      Ortica: favorisce il mantenimento dei livelli di istamina, utile anche per le allergie che si manifestano sulla pelle (orticaria, ecc.)
      Tanaceto: agisce come antiasmatico e broncodilatatore e anche riduttore della produzione di istamina
      Capelvenere: espettorante utile per tosse secca
      Elicriso: utilissimo anche in uso esterno (come gocce per occhi lacrimanti o creme per pruriti).
      Il mio consiglio è anche di usare delle piante contro ansia e depressione perché spesso l’allergia si scatena quando si è sotto tono (naturalmente parlo di depressione non clinica) perché il nostro corpo ha bisogno di serotonina, quindi aiutiamolo a dargliela con: Iperico, Griffonia, Gingseng.
      Utile anche lavorare con i fiori di Bach, che possono sbloccare le situazioni stressanti (fateveli testare perché è l’unica maniera di prendere davvero quelli di cui si ha bisogno). In generale posso consigliare chestnut bud sempre e poi crab apple, centaury e walnut per far pulizia e per proteggersi, aspen, mimulus e rock rose per la paura dell’allergene, beech e water violet per l’intolleranze di tipo alimentari, naturalmente presi solo tre o quattro a scelta tra questi, cercando o di capire quale va meglio per voi o meglio facendoveli testare.
      Ricordiamo inoltre che secondo la metamedicina l’allergia si collega quasi sempre ad una situazione che non viene accettata, o a qualcosa che ci risveglia uno o più ricordi tristi.
      .
      fonte: http://www.consiglinaturali.it/disturbi/allergia/allergia-267

  12. lucia says :

    SALVE, SOFFRO DI ALLERGIA QUANDO INIZIA LA DIORITURA DELL’ULIVO, QUEST’ANNO CREDEVO ME LA FOSSI SCAMPATA ED INVECE DA DUE GIORNI NASO E OCCHIO GOCCCIOLANTE E STARNUTI CONTINUI…CHE FARE? GRAZIE MILLE! LUCIA

  13. simona says :

    SONO ALLERGICA ALLA SALIVA DEL Gatto.ESISTE UN RIMEDIO OMEOPATICO?

  14. Mariangela says :

    Salve sono una mamma di un bimbo di 5 anni e pesa 20 kg da circa due anni soffre di laringospasmo che si presenta improvvisamente portando difficoltà respiratoria. Il dottore mi fatenere in casa dell’adrenalina x precauzione. Al bambino abbiamo fatto prove allergiche ma risultata che non è allergico a niente, quest’anno devo ripeterle xke ancora non si è capita la causa. Io vorrei prevenire questo laringospasmo, come potrei fare? Premetto che si presenta nel mese di ottobre e marzo/aprile. Ringrazio anticipatamente

  15. Ilaria says :

    Buonasera, vorrei sapere se esistono antistaminici naturali per le allergie primaverili che possono essere presi anche in gravidanza ed, eventualmente, quali.
    Grazie mille.

Trackbacks / Pingbacks

  1. SALUTE - Allergie? Curatevi con gli antistaminici naturali … - aprile 4, 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: