Il Papa: Se l’uomo crede di essere Dio rischia la cancellazione della terra

.

L’uomo di oggi crede di essere Dio ma in realtà si allontana dal Creatore e rischia di mettere a repentaglio l’esistenza stessa dell’uomo sulla terra. Il Papa lancia un monito epocale durante la messa di Pentecoste nella Basilica di San Pietro e afferma: <L’essere umano sembra oggi affermare se stesso come Dio e voler trasformare il mondo escludendo, mettendo da parte o addirittura rifiutando il Creatore dell’universo _ ha detto Benedetto XVI _. L’uomo non vuole più essere immagine di Dio, ma di se stesso, si dichiara autonomo, libero, adulto. Evidentemente tale atteggiamento rivela un rapporto non autentico con Dio, conseguenza di una falsa immagine che di lui si è costruita, come il figlio prodigo della parabola evangelica che crede di realizzare se stesso allontanandosi dalla casa del padre. Nelle mani di un uomo così il “fuoco” e le sue enormi potenzialità diventano pericolosi: possono ritorcersi contro la vita e l’umanità stessa, come dimostra purtroppo la storia. A perenne monito rimangono le tragedie di Hiroshima e Nagasaki, dove l’energia atomica, utilizzata per scopi bellici, ha finito per seminare morte in proporzioni inaudite.

Il Papa utilizza anche una metafora ambientalistica per sottolineare la grave situazione odierna. < L’inquinamento atmosferico avvelena l’ambiente e gli esseri viventi ma esiste anche un inquinamento del cuore e dello spirito, che mortifica e avvelena l’esistenza spirituale. Allo stesso modo in cui non bisogna assuefarsi ai veleni dell’aria – e per questo l’impegno ecologico rappresenta oggi una priorità – altrettanto si dovrebbe fare per ciò che corrompe lo spirito. Sembra invece che a tanti prodotti inquinanti la mente e il cuore che circolano nelle nostre società – ad esempio immagini che spettacolarizzano il piacere, la violenza o il disprezzo per l’uomo e la donna – a questo sembra che ci si abitui senza difficoltà. Anche questo è libertà, si dice, senza riconoscere che tutto ciò inquina, intossica l’animo soprattutto delle nuove generazioni, e finisce poi per condizionarne la stessa libertà. La metafora del vento impetuoso di Pentecoste fa pensare a quanto invece sia prezioso respirare aria pulita, sia con i polmoni, quella fisica, sia con il cuore, quella spirituale, l’aria salubre dello spirito che è l’amore.

Dal Papa anche un invito alla Chiesa. Sia meno affannata per le attività e più dedita alla preghiera. Se vogliamo che la Pentecoste non si riduca a un semplice rito o a una pur suggestiva commemorazione – sottolinea il Pontefice – ma sia evento attuale di salvezza, dobbiamo predisporci in religiosa attesa del dono di Dio mediante l’umile e silenzioso ascolto della sua parola.

.

31 maggio 2009

fonte:  http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/05/papa-tuona-uomo-crede-essere-dio.shtml?uuid=9746ae5e-4de2-11de-af13-8b0b0be69add&DocRulesView=Libero

2 risposte a “Il Papa: Se l’uomo crede di essere Dio rischia la cancellazione della terra”

  1. Mr.Loto dice :

    Tutto vero e giusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: