UN SILENZIO CHIAMATO OMERTA’ – Elisa, il corpo trovato in gennaio. Il viceparroco sapeva e ha taciuto / Italia, oltre 25mila persone scomparse. I minori mai ritrovati sono 10mila

Elisa, il corpo trovato in gennaio. Il viceparroco sapeva e ha taciuto

http://www.bournemouthecho.co.uk/resources/images/1079984/?type=display

.

di Roberto Brunelli

tutti gli articoli dell’autore

.

Fu trascinata nel sottotetto della Santissima Trinità. Non si sa se già morta o ancora viva. I pantaloni li hanno trovati sbottonati e arrotolati intorno a una gamba. Il reggiseno era aperto. I rilievi fatti sui resti di Elisa Claps, così vien fatto sapere da fonti giudiziarie, questo dicono. Ma non dicono perché tutti smentiscano tutti in questo fosco pomeriggio lucano: perché più si avvicina la verità più la verità appare diabolicamente opaca sulla fine della sedicenne che il 12 settembre 1993 scomparve nel nulla, finché, pochi giorni fa, sono stati trovati i suoi resti «in stato molto precario» nel sottotetto di una chiesa. Quella che in queste ore va in scena a Potenza è la fiera delle verità contrapposte.

Versione numero uno: il corpo murato nel sottotetto e rinvenuto ufficialmente il 17 marzo in realtà sarebbe stato scoperto già a gennaio dalle donne delle pulizie. Queste ne avrebbero parlato con il viceparrocco della Ss Trinità, Don Vagno e, forse, anche con il suo superiore, Don Ambrogio. Chi sapeva? E perché, se sapeva, ha taciuto del fatto che ci fossero dei resti umani – pare sia stato trovato anche il teschio – nel sottotetto della chiesa? Perché non si è sporto denuncia? Parlano, le medesime fonti giudiziarie di precisi riscontri scientifici: gli esami effettuati dalla scientifica avrebbero rilevato la presenza di «tracce» di passaggi avvenuti prima del 17 marzo.

Don Vagno, un trentatreenne brasiliano dall’italiano stentato, tace, nel chiuso del suo alloggio nel seminario maggiore, ma agli inquirenti avrebbe confermato il fatto. Nel frattempo, il suo superiore, ossia il parroco della Ss Trinità, Don Ambrogio Apakta, nega di aver mai saputo del cadavere. Il vescovo della città, monsignor Agostino Superbo, chiede «perdono al Signore per quanto non abbiamo fatto per la famiglia di Elisa e per la ricerca della verità», ma ribadisce anche di aver saputo del ritrovamento «solo mercoledì mattina» e di averne parlato successivamente con il questore di Potenza, Romolo Panico, «perché ho avuto l’impressione che qualche aspetto dovesse essere approfondito».

Curiosamente, la Curia ha annunciato ieri pomeriggio una conferenza stampa congiunta con la Questura, che pochi minuti dopo l’ha smentita. Curiosamente, per tutta la giornata era apparso che anche Don Ambrogio «sapesse», ma non è indagato. Versione numero due: le due donne delle pulizie che avrebbero trovato i resti di Elisa negano tutto. Figlia e madre, Annalisa Lo Vito e Margherita Santarsiero, negano di aver trovato i resti di Elisa e negano di averne parlato con Don Vagno, sacerdote da appena un anno. «Mente. Sono tutte bugie. Mia madre non riesce più a dormire, sta male da sabato». Le hanno prelevate e le hanno interrogate in Questura per ore.

«Senza farci bere né mangiare», ricorda Annalisa. «Siamo salite sul terrazzo la prima volta lo scorso 10 marzo con Don Ambrogio e con gli uomini della ditta che incaricata dei lavori di riparazione. Ci sono stata solo pochi attimi, perché sono subito scesa giù per mostrare agli operai da dove provenisse la perdita d’acqua. Io con certezza so che non ho mai trovato alcun cadavere, e l’ho detto anche a Don Vagno, quando sono stata messa a confronto in Questura».

Ma alla Procura di Salerno che ha in carico il caso sono oramai certi che almeno Don Vagno conoscesse la verità e abbia taciuto. Gli investigatori stanno continuando gli interrogatori, sopratutto tra i giovani che in passato hanno frequentato il circolo Newman che si trova al terzo piano della canonica. Sull’indagine la polizia ostenta una certa sicurezza. Il questore: «L’obiettivo principale è quello di individuare il responsabile o i responsabili dell’omicidio di Elisa». Antonio Manganelli, capo della polizia, al Viminale: «Sì, credo che a breve avremo delle novità». È a questa speranza che si aggrappa la famiglia di Elisa, che ha parlato attraverso un comunicato diffuso da Chi l’ha visto?: «Se dovesse essere confermato che il corpo di Elisa è stato ritrovato a gennaio un altro insulto sarà consumatoa alla memoria di Elisa e alla sua famniglia». Parole amare e terribili: «Diciasette anni di dolore non hanno impedito ancora una volta che il silenzio, l’omertà, la tutela di interessi che nulla hanno a che vedere con i valori cristiani prevalessero sulla pietà che si doveva a un corpo straziato». Per oggi, forse l’unica verità è questa.

.

26 marzo 2010

fonte:  http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=96677

____________________________________________________________

https://i2.wp.com/consumatori.myblog.it/media/00/00/957434435.jpg

Italia, oltre 25mila persone scomparse
I minori mai ritrovati sono 10mila

Il Viminale diffonde i dati della quarta relazione semestrale
I cadaveri non ancora identificati sono 829

.

ROMA (25 marzo) – Sono 25.229 le persone nell’elenco delle persone scomparse e mai ritrovate in Italia: ben 91.087 dal 1974 ad oggi, di cui 65.858 ritrovati. Del resto non c’è ancora traccia. Tra questi ultimi, circa 10mila sono minori, quasi tutti stranieri. I cadaveri che non hanno un volto né un nome sono invece 829 e giacciono negli obitori e negli istituti di medicina legale. Sono questi i dati della quarta relazione semestrale sulle persone scomparse diffusi oggi dal Viminale.

Due le novità che dovrebbero favorire il ritrovamento delle persone scomparse: una circolare del Dipartimento di pubblica sicurezza che invita a far partire subito le indagini perché, se si spreca il tempo successivo alla scomparsa, si rischia di perdere definitivamente le tracce di chi si cerca; e la creazione del Risc, il sistema informativo ricerca scomparsi, un grande archivio elettronico che cataloga e gestisce tutte le informazioni sulle persone scomparse e sui cadaveri non identificati, con la possibilità di incrociare i dati.

Le regioni con il più alto numero di scomparsi sono il Lazio (6.479), la Lombardia (3.490), la Campania (3.198) e la Sicilia (2.382). Anche i cadaveri senza nome sono più numerosi in Lazio (205), Lombardia (141) e Sicilia (117). Rispetto al 2008, nel 2009 i ritrovamenti sono aumentati del 12%, gli scomparsi del 2%.

Prefetto Penta: dato su minori sconta vizio di origine. Il commissario straordinario del Governo alle persone scomparse Michele Penta ha sottolineato come «il fenomeno resta preoccupante, ma il dato sui minori sconta un vizio di origine. Si tratta spesso di ragazzi stranieri che fuggono volontariamente dagli istituti o dalla comunità di cui sono ospiti e poi, se fermati, dichiarano di volta in volta false generalità contribuendo così a moltiplicare i casi degli scomparsi». Il 53% dei minori scomparsi, quasi tutti stranieri, si è allontanato da istituti o comunità; il 25% si è allontanato volontariamente dalla famiglia; per il 10% si tratta di un caso di sottrazione da coniuge; l’1% è possibile vittima di reato; per l’11% la causa della scomparsa non è stata determinata.

.

fonte: http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=95918&sez=HOME_INITALIA

____________________________________________________________

ATTENZIONE! Avete visto questi minori?
JASMINE ELEONORA SBARAGLI
Scomparso dal:
1-gen-2009
LUCCA Italia
KARIM DHAHRI
Scomparso dal:
13-mag-2005
REGGIO EMILIA Italia
ESTER CAVANI
Scomparso dal:
1-giu-2004
MODENA Italia


ANNA MARIA CAVANI
Scomparso dal:
1-giu-2004
MODENA Italia
NEVE ADELE FIORENTINO
Scomparso dal:
11-giu-2008
BRESCIA Italia

___________________________________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: