Pasqua, 38milioni di italiani a casa: «Mancano i soldi per la vacanza»

https://i2.wp.com/www.cib.bg/photo/1189667580KI-4.jpg

Pasqua, 38milioni di italiani a casa
«Mancano i soldi per la vacanza»

Aumentano giro d’affari e turisti, ma la Federalberghi rivela che saranno solo in 9,2 milioni a concedersi un viaggio

.

ROMA (27 marzo) – Per Pasqua per i 9,2 milioni di italiani che andranno in vacanza ce ne saranno 38 milioni che non passeranno nemmeno una notte fuori casa. Lo rileva l’indagine di Federalberghi.
La mancanza di soldi è la motivazione che hanno addotto il 35,5% degli italiani pari ad oltre 13,5 milioni di persone che ha dichiarato di non potersi permettere una vacanza. Il 20,8% rimarrà a casa per motivi familiari mentre per il 19,2% la mancata vacanza è dovuta a impegni di lavoro. Per il 6%, poi, la vacanza è in generale più cara e per l’1,6% sono le strutture ricettive ad essere più care. Complessivamente dunque, le motivazioni economiche impediscono al 37,8% di godersi una vacanza per Pasqua.

Pasqua 2010: aumentano il giro d’affari e i turisti. Saranno 9,2 milioni gli italiani in vacanza, rispetto agli 8,5 milioni del 2009, registrando dunque un +8%. La spesa media pro-capite, comprensiva di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti, si attesterà sui 305 euro rispetto ai 291 del 2009, generando un giro d’affari di 2,7 miliardi di Euro, rispetto ai 2,5 miliardi di euro del 2009, per un incremento quindi dell’8% circa. Chi resterà in Italia spenderà in media 272 euro, mentre chi andrà oltreconfine spenderà una media di 502 euro a persona.

L’Italia la meta preferita dei vacanzieri. L’85% resterà in Italia, rispetto all’89% del 2009, pari a oltre 7,8 milioni di persone, mentre il 14% andrà all’estero (rispetto al 9% del 2009), pari circa a 1,3 milioni di persone. Per chi resterà in Italia sarà il mare la scelta privilegiata al 40%, seguita dalla montagna al 25% . Stabili le località d’arte maggiori e minori che toccano il 19%, mentre il 3,6% andrà in località lacuali e un 1,5% in località termali e del benessere. Per chi volerà all’estero, la scelta cade sulle capitali europee che hanno ottenuto il 62% dei consesi seguite dalle località di mare con il 27%. La durata media, infine, della vacanza si attesterà sulle 3,8 notti, rispetto alle 3 notti del 2009.

.

fonte:  http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=96138&sez=HOME_INITALIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: