Siria: quattro manifestanti uccisi / VIDEO: [SYRIA] Tear Gas Used on Protesters in Daraa

[SYRIA] Tear Gas Used on Protesters in Daraa

Da: | Creato il: 09/apr/2011

While al-Assad has permitted existence of radio stations playing Western pop music, websites such as Wikipedia, Youtube, Facebook and Amazon had been blocked until recently, when, starting on January 1, all citizens have been able to sign up for high speed internet, and those sites were allowed. However, a 2007 law requires Internet cafes to record all the comments users post on chat forums.

The 2011 Syrian protests are a series of major protests taking place in Syria, which began on 26 January 2011 and are influenced by other concurrent protests in the region. The protests have been described as “unprecedented”.

Dozens of protesters have been killed by Syrian security services in the largest protests to take place in the country for decades. The United Nations Secretary-General Ban Ki-moon has condemned the use of deadly force against protesters as “unacceptable”.

Syria has been governed under an Emergency Law since 1962, resulting in the effective suspension of most constitutional protections for citizens. Hafez al-Assad was in power for 30 years and his son Bashar al-Assad has now been in power for the past 10 years.

Bashar al Assad: «Il paese va avanti sulla strada delle riforme»

In Siria quattro manifestanti uccisi

Le forze di polizia hanno aperto il fuoco a Banias. Tra la folla ci sarebbero anche decine di feriti

.

BEIRUT – Secondo un testimone, le forze di polizia siriana hanno ucciso quattro manifestanti nella città portuale di Banias. Tra la folla ci sarebbero anche decine di feriti. Secondo il testimone i nomi dei morti sono stati letti al pubblico attraverso un altoparlante di una moschea. L’uomo, rimasto anonimo per paura di rappresaglie, racconta che la maggior parte degli attacchi delle forze di sicurezza è avvenuta nel quartiere di Ras al-Nabeh nel pomeriggio. Domenica mattina carri armati e soldati hanno circondato la città per impedire alla gente di entrare. Le proteste sono scoppiate in Siria più di tre settimane fa. Fino a ora sono state uccise più di 170 persone.

ASSAD: «IL PAESE VA AVANTI SULLA STRADA DELLE RIFORME» Il presidente siriano Bashar al Assad, il cui regime è oggetto di contestazioni da metà marzo, ha dichiarato oggi che «la Siria va avanti sulla strada delle riforme». Lo ha riferito l’agenzia ufficiale Sana. «La Siria va avanti sulla via delle riforme generalizzate e spera di trarre idee dalle esperienze dei Paesi europei», ha dichiarato Assad durante un incontro a Damasco con il ministro degli Esteri bulgaro Nikolai Mladenov. Si tratta della prima dichiarazione pubblica del capo di stato siriano dopo il discorso in Parlamento del 30 marzo

.

10 aprile 2011

fonte:  http://www.corriere.it/esteri/11_aprile_10/siria-manifestanti-uccisi_b76b42fc-639e-11e0-9ce6-e69a9a96cab4.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: