Siria, la polizia spara a Hama, decine di vittime tra i manifestanti / VIDEO: riots in syria protest 2011: syrian protesters shot chaos footage

riots in syria protest 2011: syrian protesters shot chaos footage

Caricato da in data 04/apr/2011

riots in syria protest 2011: syrian protesters shot chaos footage. tags syria-protest 2011, libya riots protest , muslim awakening, iran riots protest 2011

Siria, la polizia spara a Hama
decine di vittime tra i manifestanti

.

Le forze di sicurezza e i cecchini hanno colpito i civili dai tetti. La protesta di oggi era dedicata ai bambini uccisi durante precedenti cortei. Internet bloccata a Damasco e Latakia

Siria, la polizia spara a Hama decine di vittime tra i manifestanti

.

DAMASCO – Sono almeno 27 le persone uccise oggi a Hama, città a nord di Damasco, dalle forze di sicurezza durante manifestazioni anti-regime. Il bilancio delle vittime è stato fornito da fonti dell’opposizione siriana. Altri parlano di 67 morti. Secondo le testimonianze degli abitanti, le forze di sicurezza e alcuni cecchini appostati sui tetti hanno sparato indiscriminatamente sui dimostranti nella zona vecchia della città. Alla protesta contro il regime di Bashar al Assad, per chiedere più libertà e democrazia, partecipavano oltre 50 mila persone. Anche questa manifestazione si è svolta di venerdì, ma a differenza delle settimane scorse oggi era il “giorno dei bambini della libertà”, in memoria delle piccole vittime della repressione nella città di Rastan, tra cui una bimba di quattro anni e uno di dieci. Secondo militanti, si tratta della più importante mobilitazione dall’inizio del movimento a metà marzo. Nella capitale Damasco e a Latakia nel nord della Siria, gli accessi ad internet sono stati completamente bloccati, mentre le comunicazioni telefoniche sembrano funzionare regolarmente in tutto il Paese.

Testimone: “Una carneficina, ospedale sotto assedio”. Una “vera e propria carneficina”: così un testimone oculare descrive quanto avvenuto oggi a Hama, sulla strada tra Damasco e Aleppo. “Non so con precisione quanti morti ma sicuramente oltre 50 e centinaia di feriti – ha detto un anziano cittadino che ha preferito rimanere anonimo per timore della repressione del regime – Ero a manifestare assieme a tantissima altra gente. In tutta Hama saremo stati oltre 10.000. Poi ci hanno sparato addosso con molta intensità, con l’intenzione di uccidere. Erano mitragliatori pesanti e kalashnikov, almeno dal boato degli spari. Siamo scappati e ci siamo rifugiati nei vicoli e nelle case ma non abbiamo visto da dove sparavano”. Il testimone ha aggiunto che “l’ospedale Hawrani è pieno di feriti e di morti ed è circondato dai giovani che tentano di impedire l’assalto da parte delle forze di sicurezza”.

Proteste in tutto il paese. Manifestazioni di protesta si sono svolte in quasi tutte le città siriane, con l’esclusione della regione costiera di Latakia e Banias. Lo riferiscono testimoni oculari citati dai Comitati locali di coordinamento (Lccs) e dalle tv Al Jazeera e Al Arabiya. Cortei anti-regime ad Amuda, Qamishli e Ras al Ayn nella regione a maggioranza curda del nord-est. A Daraa e a Enkhel nel sud, a Homs e a Hama nel centro. A Madaya e Zabadani, località vicine a Damasco e al confine col Libano, e a Dayr az Zor, capoluogo della provincia orientale dell’Eufrate.

.

03 giugno 2011

fonte:  http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/03/news/siria_la_polizia_spara_a_hama_decine_di_vittime_tra_i_manifestanti-17171382/?rss

_______________________________________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: