NON BASTAVANO I NOSTRI – I neonazisti inglesi di Blood & Honor vogliono aprire una sede a Roma

I neonazisti di Blood & Honor vogliono sbarcare a Roma

.


fonte immagine

.

 

ROMA – Il gruppo neonazista inglese Blood & Honor vuole sbarcare a Roma e aprire una sede nello stabile di in via Monte Bianco, zona Nomentana, occupato dal 2008 dai militanti del gruppo di estrema destra CasaPound.

Blood & Honour crede nella supremazia della razza bianca, è antisemita e fa uso di svastiche, croci celtiche. L’associazione che occupa lo stabile dove dovrebbe sbarcareil gruppo, Casa Italia Colleverde, però smentisce l’arrivo dei neonazi inglesi: «L’occupazione di Colleverde non è sede della Blood and honour né di movimenti transnazionali di alcun genere. L’associazione diffida formalmente chiunque dall’affermare simili falsità».

Gli apparati di prevenzione, riferiscono all’agenzia Adnkronos fonti della sicurezza, stanno intanto monitorando la situazione per verificare ogni possibile risvolto legato all’ordine pubblico, considerando soprattutto le polemiche che l’iniziativa potrebbe generare nella capitale. Anche perché la data scelta per l’inaugurazione della sede non è certo casuale: il 28 ottobre, anniversario della Marcia su Roma. Il timore, insomma, è che la prevedibile confluenza verso la capitale di centinaia di militanti delle formazioni skinhead di ispirazione neonazista possa dar luogo a contrapposizioni frontali con gli esponenti dei gruppi antifascisti e antagonisti in attività sulla scena romana.

«Questa roba non può e non deve entrare a Roma. Blood&Honour è una sigla che evoca brutte storie e il peggio della cultura estremista e c’è la nostra massima determinazione a evitare che possa in qualche modo attecchire a Roma. Su questo faccio appello a tutte le forze politiche e sociali e a gli organi inquirenti perché non si verifichi nessuna infiltrazione nella nostra città», ha affermato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

«Non è neanche pensabile che si permetta nel nostro territorio l’apertura di una sede di un gruppo che fa riferimento alla gioventù hitleriana. In democrazia tutti hanno diritto di parola e di organizzazione, eccetto coloro che, per esistere, devono negare il diritto di vivere ed esistere degli altri», ha dichiarato in una nota il presidente della
provincia di Roma, Nicola Zingaretti. «Ovviamente fondamentale è la battaglia culturale e di idee – aggiunge – ma non è possibile nessun tentennamento o omertà a Roma e in Italia. Chi è portatore e promotore di una cultura di odio e discriminazione deve essere combattuto e bisogna soprattutto prevenire il rischio concretissimo di un aumento della tensione».

«La ventilata apertura per il prossimo 28 ottobre – anniversario della Marcia su Roma – di una sede di Blood & Honour è un oltraggio alla città. Si tratterebbe di un atto indecente, dell’ennesima regressione fascista che la città sta subendo da quando Alemanno è sindaco. Diciamo di no a questa vergogna e incalzeremo in ogni modo il sindaco affinché non diventi complice di questa ennesima ferita per la Capitale», ha sottolineato Marco Miccoli, segretario del Pd Roma.

«L’ipotesi di un’apertura a Roma sede del gruppo neo-nazista Blood&Honour è, laddove confermata dai fatti, assolutamente inaccettabile. E non solo per le nostre coscienze ma anche per lo Stato italiano che, in base alle legge Mancino, la vieta», ha osservato il responsabile sicurezza del Pd Emanuele Fiano. «Permettere a Blood&Honour di insediarsi in Italia – sottolinea – significa ammettere un gruppo ispirato all’ideologia hitleriana e che, in base alla delirante convinzione di una supremazia razziale bianca, negli ultimi anni è stato protagonista di gravissimi episodi di razzismo e antisemitismo, così gravi che è stato bandito sia in Inghilterra che in Germania. Per capire quale sia l’effettiva possibilità di un insediamento in Italia di Blood&Honour rivolgeremo un’interrogazione urgente al ministro dell’Interno e lo inviteremo a fare tutto quanto la legge consente per impedire di importare una formazione razzista e xenofoba di cui il nostro Paese non ha certo bisogno».

.

pubb

.

Lunedì 12 Settembre 2011 – 20:24    Ultimo aggiornamento: 20:32

fonte: http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=162810&sez=HOME_ROMA

________________________________________________________________

CRONACHE DA FIRENZE

link agli articoli

La copertina del mensile di settembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: