Napoli, arrestati manager e un prefetto per i lavori al Cen della polizia

Napoli, arrestati manager e un prefetto per i lavori al Cen della polizia

Napoli, arrestati manager e un prefetto per i lavori al Cen della polizia

Otto ordinanze di custodia cautelare e e 4 obblighi di presentazione all’autorità giudiziaria nell’inchiesta sui lavori per il centro elettronico nazionale. Coinvolto Oscar Fiorolli e Mario Mautone, ex provveditore alle Opere pubbliche di Campania e Molise. Tra le aziende la Elsag Datamat di Finmeccanica

.

Associazione per delinquere, corruzione, abuso di ufficio, turbativa d’asta, frode in pubbliche forniture, rivelazione del segreto d’ufficio e falso. Con queste accuse la Guardia di finanza ha eseguito su mandato della Procura di Napoli le misure cautelari nell’ambito di un’indagine sull’appalto per il Cen della polizia che doveva sorgere a Capodimonte, nel capoluogo campano. L’indagine della Procura di Napoli è quella che riguarda presunte irregolarità nelle procedure di aggiudicazione dei lavori di trasferimento del Cen della Polizia da Roma a Napoli. Tra le aziende coinvolte la Elsag Datamat del gruppo Finmeccanica. Quattro ordinanze sono in carcere e quattro agli arresti domiciliari.

Ex questore. Tra tra i destinatari delle ordinanze di custodia cautelare ci sono anche l’ex direttore delle specialità della polizia, il prefetto Oscar Fiorolli, Mario Mautone, ex provveditore alle Opere pubbliche di Campania e Molise, già condannato a Napoli nel processo per l’appalto Global Service. Ordinanze di custodia notificate anche ai manager di Elsag, Carlo Gualdaroni e Francesco Subbioni.

I pm: sospendete i prefetti Izzo e Iurato. Nell’ambito dell’inchiesta la Procura ha chiesto l’interdizione dai pubblici uffici dei prefetti Nicola Izzo e Giovanna Iurato.

Domiciliari e nomi. Oltre che per il prefetto Fiorolli, il gip di Napoli ha disposto gli arresti domiciliari anche nei confronti di Guido Nasta, Luigi De Simone e Enrico Intini. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono invece state emesse, oltre che per il provveditore delle opere pubbliche della Campania e del Molise sino al 2010, Mauro Mautone, anche per l’ex amministratore delegato della Elsag Datamat, Carlo Gualdaroni, ora amministratore di Telespazio, Francesco Subbioni e Lucio Carmine Gentile.

L’accusa: manager fulcro di tutto. Per la Procura di Napoli sono i manager di due società del gruppo Finmeccanica, Elsag Datamat SpA ed Electron Italia Srl il fulcro di una “struttura organizzata e consolidata che opera con finalità di aggiudicarsi appalti dalla committenza pubblica attraverso l’utilizzo di illeciti strumenti”. In una nota firmata dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo la sintesi dell’inchiesta.

Maxisequestro. Nell’ambito dell’inchiesta la Finanza ha eseguito anche un sequestro preventivo di oltre 50 milioni di euro a carico proprio di Elsag ed Electron, si tratta di un sequestro per equivalente che corrisponde al valore degli appalti oggetto di contestazione. (08 gennaio 2013)

.

fonte napoli.repubblica.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: