«Giovani pigri e choosy, niente lavoro» Le piccole imprese non assumono gli under 30 | Il rapporto choc


fonte immagine

«Giovani pigri e choosy, niente lavoro»
Le piccole imprese non assumono gli under 30 | Il rapporto choc

.

di Chiara Graziani

.

Se sono giovani non li vogliamo. Non reggono la fatica. Chiedono troppo. Non apprezzano il lavoro manuale. Pigri, in una parola. Assumere un under 30? Non conviene per la confederazione delle imprese artigianali.

Un giudizio scioccante, ingeneroso senza bisogno di sottolinearlo. Ma è esattamente l’immagine che le imprese aderenti al Cna hanno dei nostri ragazzi. La ricerca è stata svolta con criteri scientifici dal Censis. Non sono dunque voci dalla pancia quelle che descrivono un mondo giovanile choosy («schifiltoso» come ebbe a dire il ministro uscente del lavoro Fornero). E’ la mentalità contro la quale va a sbattere la volontà di un giovane che volesse avviarsi al lavoro di artigiano. Lavoro che, quando c’è, si preferisce dare a persone più anziane.

Leggiamo i numeri con attenzione. Sono oltre il 37 per cento i giovani sotto i trent’anni che cercano lavoro. Le imprese lamentano di aver bisogno di figure professionali formate che, dicono, assumerebbero volentieri. Ebbene non vogliono i giovani.

LEGGI IL RAPPORTO CENSIS

Solo un’azienda su tre darebbe fiducia ad un lavoratore giovane. Il 15,1% delle imprese preferisce addirittura assumere ultratrentenni.

Ai ricercatori Censis sono state date le seguenti risposte. Scarsa preparazione tecnica (per il 39,5%), aspettative economiche alte e non in linea con le effettive possibilità delle microimprese (28%) scarsa attitudine al lavoro artigiani (26,6%), e poi difficoltà a sopportarne la fatica (25,1%).

Danno la colpa, al solito, alla scuola che di guai ne ha fin troppi e che dovrebbe rispettare la mission di formare cittadini consapevoli – e dunque liberi – piùttosto che maestri di tornio. Ma si sa, l’impresa preferisce l’homo habilis al sapiens. E vorebbe una scuola che fosse addestramento professionale, invece che palestra di formazione.

Il guaio è che moltissimi dei nostri ragazzi si trovano nel peggiore degli angoli confezionato per loro dalla crisi economica. Più che schizzinosi, pigri, pretenziosi sullo stipendio, sono persone che, a 25 anni, si avviano ad un mondo senza prospettive, dove la vita non imboccherà mai discese. Molti di loro sono Sapiens sapiens, capacissimi di farsi anche habilis (sono molto duttili). Hanno studiato ed avrebbero – addirittura – la pretesa di seguire la via di un lavoro che li ispiri e amano. Occorrebbe cominciare ad ascoltarli. Per capire e risolvere.

.

fonte ilmattino.it

Annunci

One response to “«Giovani pigri e choosy, niente lavoro» Le piccole imprese non assumono gli under 30 | Il rapporto choc”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: