Voto in Israele, Parlamento spaccato: Pareggio tra destra e sinistra. Il centrista Lapid ago della bilancia

 

https://i0.wp.com/www.globalnews.ca/uploadedImages/Global_News/World/ISRAEL-VOTES.jpg
An Israeli infantry soldier of the Golani Brigade casts his vote at an army post at Mount Hermon in the Israeli annexed Golan Heights

fonte immagine

**

Voto in Israele, Parlamento spaccato
Pareggio tra destra e sinistra
Il centrista Lapid ago della bilancia

I risultati assegnano 60 seggi a entrambi i blocchi. Il Likud del premier uscente Netanyahu sotto shock, ma resta il primo partito

.

ETL AVIV – Un sostanziale pareggio, almeno dal punto di vista strettamente matematico, tra il blocco dei partiti confessionali e di destra e quello di centro sinistra. È quello che indica per ora la ripartizione provvisoria dei seggi in parlamento (120 in tutto) che esce dal voto di ieri sera in Israele.

Al primo schieramento – quello che fa capo al premier Netanyahu – andrebbero 60 seggi, così come 60 sono quelli che ottiene l’opposizione. Questo a patto che i partiti accreditati all’uno e all’altro blocco restino lì dove si sono collocati prima del voto. Ma ancora è tutto da verificare, come fanno notare molti commentatori oggi. Sulla stampa si ventila ad esempio una possibile coalizione di governo che includerebbe Likud-Betenu, Yesh Atid e i nazionalisti di Focolare ebraico di Naftali Bennett. Fatto sta che dal punto di vista puramente numerico, il Likud – pur sotto shock per il risultato definitivo – resta, insieme ad Israel Beitenu, il primo partito con 31 seggi.

Al secondo posto, la vera sorpresa del voto: il centrista Yair Lapid di ‘Yesh Atid’ con 19 deputati. Una volta proclamati dalla Commissione Centrale Elettorale, nei prossimi giorni, i risultati definitivi dopo lo spoglio delle schede degli israeliani residenti all’estero e con la spartizione dei voti andati alle liste non rappresentate in parlamento, il presidente Shimon Peres dovrebbe affidare l’incarico. Nel frattempo, si metteranno in moto le trattative tra i partiti per arrivare ad un governo di coalizione e lì le carte potrebbero rimescolarsi rispetto ai blocchi iniziali.

I quotidiani riferiscono con titoli vistosi del successo elettorale del partito centrista Yesh Atid (C’è un futuro) di Yair Lapid e della severa flessione patita da Likud-Beitenu di Benyamin Netanyahu e Avigdor Lieberman. Il filo-governativo Israel ha-Yom titola: «La sorpresa di Lapid, la delusione del Likud». Nelle pagine interne il giornale riferisce che «Il Likud è sotto shock: la campagna elettorale ha fallito». In maniera simile, Haaretz titola: «Successo drammatico di Lapid, delusione nel Likud». Cos pure Yediot Ahronot: «Duro colpo per Netanyahu, il balzo di Lapid».

Mercoledì 23 Gennaio 2013 – 10:19
Ultimo aggiornamento: 10:45
.
Annunci

One response to “Voto in Israele, Parlamento spaccato: Pareggio tra destra e sinistra. Il centrista Lapid ago della bilancia”

  1. Ferruccio Bravi says :

    Auguriamoci, che questa crepa segni l’inizio della fine del Sionismo assassino e genocida; e di conseguenza anche della propaggine mondialista che ci ha mandato il flagello montiano. 1xxx

    S.V.W. ad. Unione Italiani Sudamerica Caracas……..

    Date: Wed, 23 Jan 2013 13:09:47 +0000 To: silvalentauser@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: