Monti attacca Berlusconi: «Compra i voti degli italiani con i loro soldi»

https://i1.wp.com/www.ilmessaggero.it/MsgrNews/MED/20130210_montis.jpg

Monti attacca Berlusconi: «Compra i voti degli italiani con i loro soldi»

Il Professore: «Sono stato un buon premier. In Europa temono il ritorno del Cavaliere»

.

MILANO – «Il mio predecessore, che ritiene di essere anche il mio successore, continua a fare promesse, cercando di comperare i voti degli italiani con i soldi degli italiani», dice Mario Monti, tornando all’attacco di Silvio Berlusconisulle promesse elettorali.

Monti ha iniziato con «una rivelazione, quasi una confessione» il suo discorso a Milano. «In queste settimane sento molte persone che mi dicono, e so che tanti altri lo pensano, che gli piaceva di più il Monti di prima, cioè il presidente del Consiglio severo, più che il Monti politico. Vale anche per me».

Il confronto. «Lascio che altri dicano ciò che le gente vuole sentirsi dire e continuerò a dire quello che penso. Forse per questo nessuno dei miei illustri antagonisti politici vuole fare un confronto con me», continua il Professore: «Ho sempre detto che io fin dal primo giorno ero disposto a farlo ma finora non è stato possibile».

«I miei avversari sanno fare bene il gioco della politica», composto da «attacchi giornalieri che attirano attenzione, slogan brevi e incisivi e promesse accattivanti che non verranno mantenute e, se verranno mantenute, creeranno una situazione ancora più grave», aggiunge il Professore, che spiega di essersi sentito «spesso a disagio in questo mese in un ruolo che non è il mio» aggiungendo poi che cercherà di «fare il rush finale cercando di essere sempre più me stesso».

«No al voto disgiunto in Lombardia». «Albertini è stato coraggioso e un amministratore più esperto di Ambrosoli, non condivido la logica del voto utile, auspico che coloro che voteranno Scelta Civica votino Albertini» ha detto Monti riguardo all’ipotesi di voto disgiunto in Lombardia, a favore di Ambrosoli alle regionali, da parte di alcuni candidati delle sue file. Il premier, con l’aumentare delle voci di alcuni dei suoi per un “voto utilE” a sinistra, che rischiano di dividere il fronte centrista, ha dovuto intimare l’alt contro «le alchimie elettorali» e «i giochetti nell’urna», perché il suo candidato è Gabriele Albertini e non Umberto Ambrosoli, che raggruppa invece le forze progressiste.

Lombardia. Da ultimo un attacco a Maroni: «Considero fortemente negativo se la Lombardia fosse governata da Maroni» dice Monti.

Le reazioni nel Pdl. Ler parole di Monti provocano l’immediata reazione del dl. «Monti è la quintessenza dell’arroganza, forse perché si sente spalleggiato da questa Unione Europea che non si rende conto che sta lavorando per la sua rovina. Quanto all’Italia, Monti non si rende conto di come, al di là delle differenze politiche, tutti vivono con soddisfazione il fatto di essersi liberati di lui e del suo governo», attacca il capogruppo del Pdl, Fabrizio Cicchitto. «E’ un’affermazione destinata a creare un solco profondo tra di noi», dice Mariastella Gelmini.

Domenica 10 Febbraio 2013 – 15:25
Ultimo aggiornamento: 19:17
.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: