DIEDE IL VIA ALL’INCHIESTA DI REPUBBLICA “VACCINATI A MORTE” – È morto il caporale Erasmo Savino: denunciò i vaccini che uccidevano i militari

È morto il caporale Erasmo Savino denunciò i vaccini che uccidevano i militari
Erasmo Savino

È morto il caporale Erasmo Savino
denunciò i vaccini che uccidevano i militari

Si è spento nella mattinata  il militare che aveva deposto davanti alla Commissione “Uranio impoverito” del Senato. La sua storia, dalla quale è partita l’inchiesta di Repubblica.it “Vaccinati a morte”, aveva indirizzato il Parlamento a indagare il rapporto tra le vaccinazioni sbagliate e il crescente numero di malattie nell’esercito

.

di VITTORIA IACOVELLA

.

ROMA – “Ce la farò perché mi voglio sposare  –  diceva  –  anche se so che è una malattia di cui si muore”. Poi la sua rabbia di lavoratore semplice “mi hanno usato e abbandonato”. Erasmo Savino, 31 anni, caporale maggiore dell’esercito in Kosovo, si è spento questa mattina alle 8.15, dopo quindici anni di servizio, una malattia fulminea, nessun riconoscimento come vittima del dovere, addirittura neanche la semplice liquidazione.

Il cancro era partito da un dito del piede, aveva covato sotto semplici scarponi. Era partito a ventinove anni, da un paese senza lavoro ed era stato mandato a scavare in Kosovo, nella terra avvelenata dall’uranio impoverito, con le difese demolite da una raffica di vaccini troppo ravvicinati quando non si poteva dire di no. Lo stipendio o la salute.

Erasmo aveva deposto davanti alla Commissione “Uranio impoverito” del Senato e dalla sua storia era partita l’inchiesta “Vaccinati a morte” di Repubblica.it. Un’indagine che ha approfondito il legame tra le vaccinazioni fatte male e il crescente numero di malattie che colpiscono i nostri militari.

GUARDA IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Nella sua casa di Saviano, in provincia di Nola, il fratello Cosimo di 36 anni risponde al telefono, avvisa i parenti.
Il resto della famiglia è raggomitolato su se stesso. Muta nel suo dolore Giulia, la fidanzata di 29 anni, che aveva lasciato il lavoro per seguirlo nelle cure disperate mentre lo vedeva spegnersi. Aveva riposto il sogno di una bella festa perché Erasmo quando aveva scoperto la malattia stava per sposarla. In un angolo cataste di documenti e di perizie mediche che dimostrano la connessione tra il suo cancro e i vaccini somministrati male.

Il funerale è previsto per domani (martedì) alle 11 nella chiesa dell’Immacolata. Si preparanno ad andare un fiume di parenti, amici, venti-trentenni di un paese in cui un lavoro vale come una vita. Le istituzioni no, quelle non ci saranno. Le stesse che avrebbero dovuto pronunciarsi entro 220 giorni, ma che dopo più di due anni non hanno risposto.

Giorgio Carta, l’avvocato del caporale, ha la voce rotta: “È il giorno più triste della mia professione, Erasmo non è il primo, non sarà l’ultimo. Dobbiamo far sì che i responsabili di questa strage silenziosa rispondano di azioni e di omissioni”. (18 febbraio 2013)

.

logo_repubblica_inchieste

L’ALTRA INCHIESTA

LINK: Vaccinati a morte/1

Per anni s’è parlato di uranio come causa dei tumori che hanno colpito i militari italiani. Adesso, però, la Commissione d’inchiesta del Senato ha individuato un altro possibile motivo: le vaccinazioni fatte con tempi, modalità e controlli sbagliati

.

LINK: Vaccinati a morte/2

Continua la nostra inchiesta e da Antonio Giordano, presidente dello Sbarro Institute di Philadelphia all’infettivologo Giulio Tarro, arrivano conferme: vaccinazioni troppo ravvicinate, anamnesi insufficienti e confezioni multidose possono essere all’origine delle morti o delle gravi malattie dei militari

.

Vaccinati a morte/3

Vaccinazioni ai militari italiani
il Parlamento riconosce gli errori

Vaccinazioni ai militari italiani  il Parlamento riconosce gli errori

Pubblichiamo in anteprima la bozza di conclusione della commissione d’inchiesta. Negata responsabilità nei tumori dell’uranio impoverito, ma confermate le preoccupazioni sull’uso dei medicinali. Non punibili gli uomini e le donne in divisa che rifiutino la profilassi
di VITTORIA IACOVELLA

 COMMISSIONE D’INCHIESTA, LA RELAZIONE

LE REAZIONI

I parenti: un primo passo
Ma restano troppi ostacoli

Per il presidente della commissione, il senatore Rosario Giorgio Costa, è stata dimostrata “autonomia e indipendenza verso i poteri forti”. Ma ecco cosa dicono i familiari delle vittime, i soldati malati gli scienziati e Farmindustria

Continua la nostra inchiesta e da Antonio Giordano, presidente dello Sbarro Institute di Philadelphia all’infettivologo Giulio Tarro, arrivano conferme: vaccinazioni troppo ravvicinate, anamnesi insufficienti e confezioni multidose possono essere all’origine delle morti o delle gravi malattie dei militari

.

fonte inchieste.repubblica.it

One response to “DIEDE IL VIA ALL’INCHIESTA DI REPUBBLICA “VACCINATI A MORTE” – È morto il caporale Erasmo Savino: denunciò i vaccini che uccidevano i militari”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: