Camorra, il ‘capitano Ultimo’ smaschera il voto di scambio

https://i1.wp.com/napoli.ogginotizie.it/GUI/file_contenuti/504460_arresto%20giovane.jpg
fonte immagine

Camorra, il ‘capitano Ultimo’ smaschera il voto di scambio

I carabinieri del Noe di Roma, coordinati dal colonnello Sergio De Caprio, hanno arrestato nove persone del clan Mallardo accusate di rapine, estorsioni e spaccio di droga. Il ruolo del boss Domenico Pirozzi, detto ‘Mimì ‘o pesante’ per eleggere un uomo politico alle provinciali di Napoli del 2009

.

Voto di scambio, rapine, estorsioni e anche spaccio di droga. Tutto deciso in una agenzia immobiliare, quartier generale dei camorristi del clan Mallardo, a Giugliano, nel Napoletano. E’ “una piovra dai mille tentacoli” quella emersa dalle indagini dei carabinieri del Noe di Roma, coordinati dal colonnello Sergio De Caprio, il ‘capitano Ultimo’. Sono nove le persone arrestate, mentre due carabinieri del Nucleo radiomobile di Giugliano sono indagati per corruzione. A finire sotto sequestro è stata l’agenzia immobiliare Sab, la società Gruppo Citri. I fatti contestati riguardano il 2009.

Il capo del gruppo è ritenuto Domenico Pirozzi, detto ‘Mimì ‘o pesante’. Lo dimostrerebbero le intercettazioni tra i vari complici e lo confermerebbero anche diversi pentiti che hanno descritto agli investigatori il ruolo di Pirozzi.
Secondo l’ordinanza, in un’intercettazione del 9 giugno 2009, due giorni dopo le elezioni provinciali di Napoli, il boss parlando al telefono col nipote, lascia capire che il clan si sia adoperato affinché un preciso politico potesse essere favorito nella propria corsa elettorale attraverso il controllo e l’indirizzo dei voti. E’ ovvio che l’inserimento di un politico vicino alla organizzazione criminale negli enti istituzionali garantirebbe un sicuro accesso alle attività di infiltrazione del sodalizio”. Per il giudice “si comprende come il Pirozzi sia il punto di riferimento dei soggetti che chiedono piccoli favori economici, strumento di base della gestione la compravendita di voti con il controllo delle bande criminali”.

Dalle indagini dei carabinieri, guidati dal capitano Pietro Rajola Pescarini, è emerso che Pirozzi e i suoi erano anche responsabili di rapine, col “buco” o passando dalle condotte fognarie. Il 10 agosto 2009 il colpo è andato a segno all’Unicredit di Villaricca, nel Napoletano: due erano nell’istituto, sei sono sbucati armati dal pavimento, uno con la maschera antigas. In nove avevano preparato lo scavo, per un bottino 35 mila euro. Il 13 ottobre, invece, una rapina al caveau dell’Unicredit e il 30 alla stessa banca di Napoli. Poi al portavalori con l’incasso del centro commerciale Auchan. Pirozzi gestiva i conti della cellula criminale col cassiere-contabile che li custodiva nella cassaforte di casa sua.

I due carabinieri infedeli sono stati coinvolti per chiudere un occhio con il figlio del capo, fermato a guidare senza patente varie volte. Niente multa e sequestro in cambio di regali.

Sempre i carabinieri, nelle ultime ore, hanno arrestato 13 affiliati ai clan  degli Aprea-Cuccaro-Alberto e dei Formicola, attivi per nella zona orientale di Napoli, con l’accusa di essere mandanti o esecutori di quattro omicidi. I delitti furono commessi a Napoli nel luglio e nell’agosto 1996 per contrasti interni fra i clan, nell’aprile 2005 e nell’agosto 2006 durante una fase di conflitto tra gruppi camorristici. I militari hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato da finalità mafiose. (21 febbraio 2013)

.

fonte napoli.repubblica.it

2 responses to “Camorra, il ‘capitano Ultimo’ smaschera il voto di scambio”

  1. sporchibanchieri says :

    Il voto di scambio è lo standard italiano e funziona così: noi li votiamo ed in cambio ce lo mettono in der posto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: