Grillo: «Niente fiducia a nessun governo Bersani morto che parla, è uno stalker» Il leader Pd: venga a dirmelo in faccia

https://i1.wp.com/www.ilmessaggero.it/MsgrNews/MED/20130227_grillo_beppe_7a.jpg

Grillo: «Niente fiducia a nessun governo
Bersani morto che parla, è uno stalker»
Il leader Pd: venga a dirmelo in faccia

«Voteremo solo le leggi che rispecchiano il nostro programma. Bersani arrogante». Vendola: spero Grillo non punti al governissimo

.

ROMA – «Noi non stiamo alla finestra: entriamo. Ma inciuci, inciucietti e accordi non ne faremo. Ci accorderemo solo sulle idee, che devono essere condivise con il nostro programma. Non c’è altra alternativa per noi – ha detto Beppe Grillo alla Rsi (Radio svizzera) – Devono andare a casa e se non ora ci andranno entro un anno massimo»

Grillo: niente fiducia al Pd. «Il M5S – ha scritto Grillo sul proprio blog – non darà alcun voto di fiducia al Pd (né ad altri). Voterà in aula le leggi che rispecchiano il suo programma, chiunque sia a proporle».

«Bersani morto che parla». «Bersani è uno stalker politico – scrive Grillo – Da giorni sta importunando il M5S con proposte indecenti invece di dimettersi, come al suo posto farebbe chiunque altro. Bersani è riuscito persino a perdere vincendo. Ha superato la buonanima di Waterloo Veltroni». Il leader M5S sostiene che il leader Pd ha «passato gli ultimi mesi a formulare giudizi squisitamente politici» nei confronti suoi e del suo MoVimento elencandoli tutti. Da «Fascisti del web, venite qui a dirci zombie», a «con Grillo finiamo come in Grecia» fino a «Lenin a Grillo gli fa un baffo». L’elenco, lungo, conta pure gli attacchi che gli sono stati rivolti direttamente: «Sei un autocrate da strapazzo»; «Grillo porta gente fuori dalla democrazia»; «Grillo porta al disastro» «Grillo vuol governare sulle macerie»; «Grillo prende in giro la gente»; «Nei 5 Stelle poca democrazia»; «Grillo fa promesse come Berlusconi»; «Grillo dice cose sconosciute a tutte le democrazie»; «Grillo? Può portarci fuori da Europa»; «Basta con l’uomo solo al comando, guardiamoci ad altezza occhi, la Rete non basta»; «Se vince Grillo il Paese sarà nei guai».

«Bersani smacchiatore fallito e arrogante». «Lo smacchiatore fallito ha l’arroganza di chiedere il nostro sostegno» dice Grillo ricordando le parole di Bersani di ieri quando ha detto: «So che fin qui hanno detto “tutti a casa”, ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli. Negli ultimi venti anni il Pd ha governato per ben 10 anni e nell’ultimo anno e mezzo ha fatto addirittura il governissimo con il pdl votando qualunque porcata di Rigor Montis. Strette di mano e abbracci quotidiani tra Alfano e Bersani alla Camera, do you remember?».

Bersani: Grillo venga a insultarmi di persona. «Quel che Grillo ha da dirmi, insulti compresi, lo voglio sentire in Parlamento – replica in una nota Bersani – E lì ciascuno si assumerà le proprie responsabilità».

Vendola: spero che Grillo non punti al governissimo.
«Mi auguro sinceramente che si riuscirà a dare una risposta forte al vento di cambiamento che soffia impetuoso nel Paese – ha detto oggi il leader di Sel, Nichi Vendola, dopo l’incontro con Bersani – Su questo convincimento ho registrato una condivisione totale con Bersani. Niente governissimo, spero che non sia questo l’auspicio di Grillo». Vendola sottolinea la necessità di aprire una stagione all’insegna del cambiamento e ribadisce l’opportunità di dare vita a un nuovo Esecutivo e il no all’ipotesi governissimo: «Non esistono soluzioni che rimandino al passato più cupo».

Enrico Letta; chiederemo voti a tutto il Parlamento. «Chiederemo voti a tutto il Parlamento – ha detto oggi il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, ribadendo la piattaforma proposta ieri da Bersani – per un governo che sia di svolta soprattutto sui temi della moralità pubblica, dell’anticorruzione, di un’UE diversa e dell’occupazione e siamo convinti e speriamo che l’attenzione a questi temi troverà un consenso. La situazione di incertezza preoccupa a tutti e noi vogliamo evitare il caos nel Paese. Siamo per accelerare il più possibile intese che evitino perdite di tempo».

«Il nostro candidato è sempre Bersani». «Il candidato del centrosinistra – ha detto Letta – per un governo su cinque punti caratterizzanti, dalla moralità della politica all’occupazione, è sempre Bersani, perché vogliamo metterci tutta la forza del Pd e dell’uomo che ha vinto le primarie e avuto la maggioranza degli elettori».

.

fonte ilmessaggero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: