ISTAT – Pil -2,4% nel 2012, giù i consumi. A febbraio cala l’inflazione

https://i1.wp.com/www.ilmessaggero.it/MsgrNews/MED/20130301_pil.jpg

I dati Istat

Pil -2,4% nel 2012, giù i consumi. A febbraio cala l’inflazione

.

Il pil reale nel 2012 è sceso sotto i livelli del 2001, annullando la risalita dei due anni precedenti. Lo comunica l’Istat, aggiungendo che la spesa per consumi finali delle famiglie residenti è crollata in volume del 4,3%. Il pil italiano nel 2012 è diminuito in volume del 2,4% (dato grezzo). L’ultima previsione del governo contenuta nella nota di aggiornamento del Def stimava un analogo calo del 2,4%. Nel 2011 l’economia era cresciuta dello 0,4%.

Il rapporto deficit-pil si è attestato nel 2012 al 3%. Lo comunica l’Istat. Le ultime stime del governo indicavano un rapporto al 2,6%. Nel 2011 il deficit-pil aveva raggiunto il 3,8% (dato rivisto dal 3,9% delle precedenti stime).

Scende ancora a febbraio il tasso di inflazione in Italia. Secondo le rilevazioni provvisorie dell’Istat, i prezzi su base annua sono cresciuti dell’1,9% (dato più basso da dicembre 2010), in rallentamento dal 2,2% di gennaio. Si tratta della quinta frenata consecutiva. Su base mensile i prezzi sono cresciuti a febbraio dello 0,1%. L’ulteriore rallentamento dell’inflazione, spiega l’Istat, è in parte imputabile alla frenata della crescita su base annua dei prezzi degli alimentari non lavorati (+3% dal +4,8% di gennaio). Un contributo essenziale arriva anche dal calo dei prezzi dei servizi di comunicazione (-4,2% sia livello congiunturale che tendenziale), legato alla diminuzione in particolare dei servizi di telefonia mobile. L’inflazione di fondo, al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è scesa all’1,5% dall’1,7% di gennaio. Anche al netto dei soli beni energetici, il tasso è passato a febbraio all’1,5% dall’1,8% del mese precedente. Per quanto riguarda l’Ipca, l’indice armonizzato europeo comprensivo dei saldi, l’Istat stima un calo dei prezzi dello 0,2% su base mensile e un tasso di inflazione del 2%, in netto rallentamento rispetto al 2,4% di gennaio.

.

fonte ilmessaggero.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: