BARI – Il Sindaco Emiliano: pronti ad occupare la Bridgestone

https://i0.wp.com/www.miocomune.it/cms/images/stories/foto/politica/michele_Emiliano_sindaco_bari.png
Il Sindaco di Bari, Michele Emiliano – fonte immagine

Sindaco di Bari: sarò con il sindacato

Emiliano: pronti ad occupare la Bridgestone

“La situazione della Bridgestone è catastrofica, perché ha un impatto sul tessuto industriale e automotive di Bari, già sotto stress”. Il sindaco di Bari Michele Emiliano è a Roma per incontrare, insieme al governatore Nichi Vendola, il sottosegretario allo Sviluppo Economico De Vincenti. “La situazione della Bridgestone è catastrofica”

La Bridgestone di BariLa Bridgestone di Bari

.

Bari, 05-03-2013

Nel caso in cui “il sindacato dovesse decidere per forme di lotta piu’ incisive, come l’occupazione dello stabilimento, la citta’ ed il sindaco in persona saranno dalla parte degli operai e occuperanno la fabbrica”. E’ quanto ha affermato il sindaco di Bari, Michele Emiliano, in merito alla vicenda Bridgestone.

Emiliano ha spiegato come innanzitutto “stia seguendo la via istituzionale”, ricordando di essere “un magistrato in aspettativa”. Tuttavia si e’ detto pronto a lottare insieme agli operai vista “la gravita’ della situazione”. Per Emiliano, infatti, “la chiusura della fabbrica avrebbe una dimensione esplosiva, non in grado di essere sopportata”. Il sindaco di Bari ha spiegato come in citta’ “ora si stiano facendo blocchi stradali, con operai e famiglie nella disperazione piu’ nera”. Emiliano ha sottolineato come si stia parlando “di persone e non di pneumatici”. Riguardo all’incontro avuto oggi al ministero del Welfare, con i rappresentanti dello Sviluppo economico, Emiliano ha riferito “di essere abbastanza soddisfatto della riunione, si sono resi conto, anche dal pallore dei nostri visi” della situazione.

La chiusura dello stabilimento barese Bridgestone “va scongiurata ad ogni costo” e questo obiettivo non puo’ essere conseguito “esclusivamente dai livelli del governo locale ma deve essere condiviso dal Parlamento e dal futuro Governo con misure atte a contrastare una crisi che, se lasciata alle sole leggi di mercato, rischia di travolgere il tessuto economico e industriale del nostro Paese”.

Lo scrive il sindaco di Bari, Michele Emiliano, nella lettera inviata a Mario Monti, Pierluigi Bersani, e Beppe Grillo in merito all’annunciata chiusura dello stabilimento di Bari da parte dell’azienda Bridgestone Europe. Nei primi mesi del 2014 l’impianto cessera’ di funzionare e 950 persone – ricorda Emiliano – “si troveranno senza lavoro e senza alcuna garanzia per il futuro in virtu’ di una scelta aziendale che sembra dettata piu’ da ragioni di convenienza che non da una crisi oggettiva del colosso multinazionale”. Emiliano conclude chiedendo un incontro “per valutare, congiuntamente con il ‘presidente della Regione Puglia, le azioni da dispiegare per evitare il completamento di questo sciagurato disegno aziendale”.

L’annuncio della chiusura della fabbrica Bridgestone di Bari “sembra che abbia come ragione la vetusta’ dello stabilimento, incapace di produrre pneumatici di alta gamma” ha affermato il sindaco di Bari giunto a Roma per incontrare, insieme al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti. “La situazione della Bridgestone e’ catastrofica, perche’ ha un impatto sul tessuto industriale e automotive di Bari, gia’ sotto stress”.

“Oltre alla modalita’ con la quale l’azienda ha annunciato la chiusura, un comunicato prima ancora di discutere” spiega il sindaco “non abbiamo compreso qual’e’ il ragionamento fatto dalla Bridgestone”. A riguardo Emiliano sottolinea come si tratta di uno “stabilimento perfettamente produttivo”, basti pensare, aggiunge, “che fino a pochi mesi fa si stava interloquendo con la Regione per possibili altre assunzioni di personale”.

Emiliano fa sapere di avere mandato una lettera sulla vicenda Bridgestone “a Monti, Bersani e Grillo”. Per Emiliano “la chiusura della fabbrica a Bari rappresenta un colpo di grazia, che unito alla vicenda Ilva diventa insostenibile”. Inoltre per il sindaco “non e’ possibile non trovare dei rimedi per convincere una multinazionale a restare in Italia, nel Sud”.

.

Notizie collegate

Stop non oltre la prima metà del 2014

Bridgestone chiude la fabbrica a Bari: bruciati 950 posti di lavoro

Bridgestone Europe avvia le procedure per la chiusura dello stabilimento di pneumatici per auto di Bari-Modugno. La fabbrica di Bari è uno degli otto impianti di pneumatici del Gruppo in Europa

.

fonte rainews24.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: