Obama, videomessaggio all’Iran: “Iniziamo un nuovo rapporto”

Obama, videomessaggio all’Iran: “Iniziamo un nuovo rapporto”

L’iniziativa del presidente americano in occasione della festività del ‘Nowruz’. “E’ giunto il momento che il governo iraniano intraprenda immediatamente dei passi significativi per ridurre la tensione sul nucleare”

.

NEW YORK – In occasione del Nowruz, il nuovo anno iraniano, il presidente Usa, Barack Obama, rivolge gli auguri al popolo dell’Iran, ma soprattutto indirizza un appello al governo di Teheran affinchè intraprenda “immediati e significativi passi” per ridurre la tensione sul suo programma nucleare, offrendo una chance all’apertura d’una stagione nuova. Lo fa in un videomessaggio in cui prova a rilanciare una sorta di dialogo diretto con gli iraniani, giusto alla vigilia di una delicata visita in Israele.

Appena pochi giorni fa, Obama aveva detto in un’intervista a una televisione israeliana che “ci vorrà un anno o poco più” prima che l’Iran abbia la bomba nucleare”, avvertendo che gli Usa non avevano alcuna intenzione di permettere di “andarci così vicino” e che “tutte le opzioni restano sul tavolo”.

Nel video-messaggio diffuso oggi dalla Casa Bianca, il presidente ricorre tuttavia a un tono più sfumato. Ricorda di aver fatto sempre gli auguri agli iraniani per il Nowruz sin da quando è presidente, e allo stesso tempo di aver offerto da allora “al governo una chance: se è pronto a far fronte ai suoi doveri internazionali, ci potrebbero essere un nuovo rapporto tra i nostri due Paesi, e l’Iran potrebbe iniziare a tornare nel suo giusto posto nella comunità delle Nazioni”.

“I leader iraniani dicono che il loro programma nucleare e per la ricerca medica e per l’elettricità”, ma finora, “non sono stati capaci di convincere la comunità internazionale”, afferma Obama, ricordando “le serie e crescenti preoccupazioni nel mondo sul programma nucleare iraniano, che minacciano la pace e la sicurezza nella regione e oltre”.

“E’ giunto il momento – prosegue il presidente americano – che il governo dell’Iran intraprenda immediatamente passi significativi per ridurre la tensione e per lavorare a una soluzione a lungo termine della questione nucleare”, per la quale “il mondo è unito”, mentre “l’Iran è isolato”.

Proprio in questi giorni sono in corso a Istanbul colloqui a livello di esperti fra Iran e potenze del 5+1 sulla questione del controverso programma nucleare iraniano. Teheran ed il gruppo  – formato da Usa, Gran Bretagna, Francia, Russia, Cina e Germania (5+1) – avevano concordato di tenere questo incontro al round negoziale di Almaty tenuti il 26 e 27 febbraio, dove era stato deciso un altro incontro ad alto livello il 5 e 6 aprile.
Ancora una volta, nel messaggio di oggi Obama rimarca che “gli Stati Uniti preferiscono risolvere la questione pacificamente, attraverso la diplomazia” e, “se come i leader iraniani affermano, il loro programma nucleare è per scopi pacifici, questa è la base per una soluzione pratica”.

Il presidente si è fermato qui, nel messaggio, ma certo il suo spiraglio richiede una risposta in tempi non lunghi.
Poichè, come ha detto alcuni giorni fa il suo segretario di Stato John Kerry, per i negoziati, a giudizio degli Usa, “c’è un lasso di tempo che non è infinito”.
(18 marzo 2013)

.

fonte repubblica.it

PRINT – EMAIL – PDF

**

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: