SUCCEDE ANCHE QUESTO – “Poveri muli”, la lettera in rima della suora 89enne ferma il Palio

https://i0.wp.com/www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2013/03/20/Italia/Foto/RitagliWeb/GIORNALE_VICENZA--330x185.jpg
Una foto di una passata edizione del Palio (ww.giornaledivicenza.it)

“Poveri muli”, la lettera in rima della suora 89enne ferma il Palio

La religiosa ha scritto al sindaco di Isola Vicentina per chiedere lo stop della gara: «Gli animali non vanno maltrattati» Passo indietro degli organizzatori: «Non si fa»

.
di Anna Martellato
.

A volte è la voce dei più piccoli, la più forte. Quella voce senza pretese, sussurrata e proprio per questo disarmante. Come quella di una suorina di 89 anni, suor Felicita Prosdocimo dell’Istituto piccole suore della sacra famiglia di Isola Vicentina (Vicenza), che nei giorni scorsi ha scritto al sindaco, Massimo De Franceschi, perché fermasse il “Palio dei Mussi”, in cui gli asinelli avrebbero dovuto correre domenica prossima: un Palio di quelli storici con una tradizione secolare, come se ne vedono tanti nel nostro Paese. Dopo diverse contestazioni da parte di ferventi animalisti, accaniti attivisti e cittadini sensibili è stata la suorina a far cambiare idea all’associazione che gestisce il palio, il gruppo Amici di Mühlhausen. E non a suon di preghiere, ma di rime. Ha scritto una poesia con una delicatezza spiazzante.

“Si sa il mulo non è sempre coerente, decide lui quando andare e non far niente; se s’impunta e non è obbediente, non si muove e non fa niente gliele suonano allegramente; poveri muli quanto han fatto per divertire, in compenso botte a non finire”, ha scritto di suo pugno (e non via email) suor Felicita. «Molte volte ho assistito alla corsa – spiega la religiosa in un’intervista rilasciata al Giornale di Vicenza – e ho visto come si comportano con quegli animali: non è giusto maltrattarli solo perché non hanno voglia di muoversi”. Il gruppo Amici di Mühlhausen ha quindi preferito battere in ritirata, per non sollevare un polverone. “L’abbiamo fatto per evitare che anche a Isola Vicentina il sindaco stoppi la gara qualche giorno prima, come successo in altri paesi. La poesia della suora è stato un simpatico invito – hanno detto gli organizzatori sempre al Giornale di Vicenza – che di fatto abbiamo accolto ma gli animali non li abbiamo mai maltrattati, questo sia chiaro”. Non è il primo Palio in cui gareggiano asinelli, i mussi appunto, che ha issato bandiera bianca alle proteste animaliste. Anche Arzignano, sempre in provincia di Vicenza, ha abbandonato lo storico Palio con protagonisti i quadrupedi.

.

fonte lastampa.it

PRINT – EMAIL – PDF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: