Bersani cerca voti: «M5S sia responsabile Sono preoccupato per le sorti del Paese»

https://i2.wp.com/www.ilmessaggero.it/MsgrNews/MED/20130323_pierluigi.jpg

Bersani cerca voti: «M5S sia responsabile
Sono preoccupato per le sorti del Paese»

Via alle consultazioni del segretario Pd: «Nel programma di governo proposte su incandidabilità. Abbiamo cominciato dalla vita comune degli italiani»

.

ROMA – «Missione impossibile? Non c’è niente di impossibile». Così Pier Luigi Bersani, lasciando Montecitorio, dopo il primo giro di consultazioni seguito all’incarico ricevuto ieri da Giorgio Napolitano risponde ai giornalisti sulla riuscita del suo governo. «Basta che non si dica che sono pessimista», ha poi aggiunto Bersani, rispondendo ai giornalisti che gli chiedono se avrà i numeri per la fiducia.

«Sono serio perché il Paese ha dei problemi, ma di mio sono sereno, ho sonni tranquilli; sono serio e preoccupato per il Paese. Non stessero a preoccuparsi per la mia psicologia, che è a posto, ma della loro», ha poi aggiunto riferendosi ad alcuni commenti apparsi su alcuni giornali.

«Abbiamo cominciato dalla vita comune degli italiani, dai soggetti che sono più sul fronte della vita comune. Se ci sarà un governo guidato da me si partirà da questa logica», ha quindi spiegato il leader del Pd. All’Anci e al Terzo Settore, ha riferito Bersani, «abbiamo chiesto quali cose sono più urgenti da presentare alle forze parlamentari, quali sono le esigenze più immediate da affrontare». Il Terzo settore, ha proseguito Bersani, «ha segnalato le emergenze sui grandi fronti sociali: povertà, disabilità, servizi»; mentre dai Comuni, sono arrivati suggerimenti su «investimenti che diano lavoro».

«Non è che stiamo inseguendo il Movimento 5 Stelle, noi percepiamo un’esigenza di cambiamento», sottolinea ancora Bersani. «Quello che abbiamo fatto fin qui non è la mossa del cavallo… non c’è un cavallo e nemmeno un puledro, ma noi abbiamo percepito chiaramente che non esiste governabilità senza cambiamento». «E quindi – prosegue Bersani – io farò delle proposte di cambiamento sul piano programmatico. Se ci sono le condizioni per fare un governo anche lì» si proseguirà nel segno del cambiamento «perché gli italiani lo chiedono. Poi, ciascuno si prenderà le sue responsabilità. Il Movimento 5 Stelle non ha bisogno di attaccarmi. Si è visto che noi non siamo in coda, ma in testa a un’esigenza di cambiamento. Se altri si sottraggono e rendono impossibile questa possibilità, si prendono le loro responsabilità».

Nel programma di governo ci saranno proposte su incandidabilità, ineleggibilità, incompatibilità, ha poi precisato Bersani. Parlando della manifestazione per l’ineleggibilità di Berlusconi, organizzata oggi a Roma, Bersani ha assicurato: «Nel programma che presenterò ci saranno norme stringenti su questi temi. Si riparte su pulito, basi nuove».

«Se mi fischiano non mi offendo. Dormirò lo stesso», ha quindi assicurato il segretario del Pd rispondendo a una domanda sulla manifestazione del Pdl di oggi in piazza del Popolo.

«In questo paese sono in buona compagnia…», ha infine detto Bersani, replicando a Silvio Berlusconi che ha liquidato il Pd come forza precaria.

**

Messaggero TV

Strappo del Pdl, le tappe della crisi
Alessandro Barbano e Stefano Cappellini analizzano i rischi per il governo alla luce dello strappo del Pdl

*
.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: