SCIENZA & TECNOLOGIA – Pisa, i ricercatori del S.Anna scoprono l’Internet superveloce. Il precedente primato era già italiano

Raddoppiato il record (italiano) precedente

https://i0.wp.com/www.hardware.com/images/news/articleimages/Terabit_ethernet.jpg
fonte immagine

Pisa, i ricercatori del S.Anna scoprono l’Internet superveloce

L’esperimento di un team di studiosi della scuola toscana condotto in Australia ha infranto il primato mondiale. Mille chilometri a un terabit al secondo

https://i0.wp.com/cdn.download.repubblica.it/firenze/images/2013/03/25/175412615-cc70dfe6-e041-423f-a441-3816a0272942.jpg

.

di MARIO NERI

.

Si potranno fare 15 milioni di videochiamate al secondo, e nello stesso tempo potrete scaricare 25 dvd multimediali. Oppure si potranno garantire 50mila connessioni adsl a 20 milioni di bit di velocità. Sembra fantascienza ma i ricercatori giurano che fra poco sarà realtà. E per tutti. Sono solo alcune delle cose rese possibili dall’ultima scoperta di un gruppo di ricercatori italiani, gli ingegneri e gli informatici della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Che in pratica sono riusciti a viaggiare su Internet a una velocità supersonica, quella più alta mai raggiunta.

Il precedente primato era già italiano

Mille chilometri a un terabit al secondo. Da Sydney a Melbourne. Mille chilometri percorsi da mille miliardi di bit e da dati informatici ad alta intensità tecnologica per un record tutto italiano. Quello stabilito dai ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa con un test svolto in Australia e con cui viene infranto il primato mondiale di velocità su Internet. È l’ultima impresa messa a segno dal team di studiosi del gruppo di ricerca che lavora all’Istituto di tecnologie della comunicazione, dell’informazione e della percezione (Tecip) del Sant’Anna insieme ai ricercatori del Laboratorio nazionale di reti fotoniche del Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni (Cnit).

Durante le sperimentazioni è stato doppiato il record precedente, di 448 milioni di bit al secondo. Finora viaggiare a un terabit al secondo sul web era impensabile. Il risultato è frutto di una ricerca condotta in collaborazione con Ericsson e la compagnia telefonica australiana Telstra, che ha messo a disposizione la rete di trasmissione. Una scoperta che potrebbe rivoluzionarie il web e la vita di chi quotidianamente naviga in Rete. E per farlo, i ricercatori non hanno dovuto sfruttare una banda innovativa. “Impieghiamo tecnologie inventate da noi – spiega Luca Potì, appena tornato dall’Australia dopo un mese di test, calcoli e sperimentazioni – per aumentare la velocità senza aumentare l’utilizzo della banda. Si tratta di un sistema nuovo di compressione che ci consente di innalzare moltissimo la quantità dei dati trasmessi nelle attuali reti di fibra ottica, senza modificarle in alcun modo”

Secondo le aziende e gli studiosi, infatti, fra 4 anni la velocità record sperimentata in Australia potrà essere una realtà. Sarà cioè possibile aumentare fino a 10 volte i livelli di navigabilità dei migliori impianti attuali.  In un secondo potranno essere trasmessi 200 milioni di chiamate voip o scaricatoi 25 dvd e trasmessi in simultanea 300mila video ad alta definizione. Ma “il nostro obiettivo – dice Potì – è riuscire a raddoppiare ancora, ed ad arrivare a 2 terabit nel prossimo dicembre”. (25 marzo 2013)

.

fonte firenze.repubblica.it

PRINT – EMAIL – PDF

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: