ANTICIPAZIONE – Brianza: tra Lega, clan della camorra e minacce di morte al giornalista dell’Espresso

https://i1.wp.com/lightstorage.ilcittadinomb.it/media/2013/03/446428_6825324_FABR4759_19794046_medium.jpg
Monza, operazione Briantenopea (Foto by fabrizio radaelli) – fonte immagine

Anticipazione – l’articolo integrale venerdì nel nuovo numero dell’Espresso

In Brianza tra Lega e clan

Il terzo sindaco più influente della Lega Nord in Italia. Il vicepresidente di Confindustria Monza e Brianza. I familiari del locale capitano dei carabinieri. In affari tra loro. E anche con una società della camorra. Un incredibile intreccio di interessi descritto da un’inchiesta di Fabrizio Gatti nel nuovo numero de l’Espresso

.

di Fabrizio Gatti

(18 aprile 2013)

.

Mario Barzaghi, vicepresidente Confindustria di Monza Mario Barzaghi, vicepresidente Confindustria di Monza
.
Il terzo sindaco più influente della Lega Nord in Italia. Il vicepresidente di Confindustria Monza e Brianza. I familiari del locale capitano dei carabinieri. In affari tra loro. E anche con una società della camorra. Un incredibile intreccio di interessi descritto da un’inchiesta di Fabrizio Gatti nel nuovo numero de l’Espresso permette di capire i meccanismi dell’infiltrazione criminale nell’economia lombarda. Il cuore di questa connection è a Seregno, 44 mila abitanti e una distesa di famosi mobilifici nella provincia di Monza.
.
Lì il sindaco leghista Giacinto Mariani, ex tenutario di un locale per strip-tease e socio di impresari che nella loro discoteca a Lissone ospitavano le serate dei killer della ‘ ndrangheta, è riuscito a farsi eleggere due volte. La famiglia del sindaco e quella del comandante dei carabinieri hanno creato una società assieme all’imprenditore Mario Barzaghi, numero due di Confindustria di Monza e Brianza. Intervistato da Gatti, Barzaghi – dopo aver ammesso gli affari davanti alla telecamera – ha sequestrato il giornalista per un’ora nel suo ufficio e l’ha minacciato di morte.
.
La +Energy srl – che aveva come azionisti Barzaghi, i familiari del sindaco e dell’ufficiale dal 2010 – ha creato un accordo con la Simec. Un’azienda sequestrata lo scorso ottobre dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere perché ritenuta del clan dei casalesi. La +Energy importa pannelli fotovoltaici dalla Cina. La Simec li installa. E alla fine, almeno fino a quando non vengono aboliti, si incassano gli incentivi statali. Le due società sono legate da un accordo di riservatezza: si impegnano a mantenere segreta qualsiasi informazione «ad esempio documenti, progetti, risorse tecniche, dati societari».
.
Non solo. Nei mesi in cui la compagna del sindaco entra in società con il vicepresidente di Confindustria, il primo cittadino presenta la bozza del nuovo piano di governo del territorio. Proprio su una grande area, la stessa su cui il cavalier Barzaghi ha creato la sua Effebiquattro, primo produttore di porte in Italia, è prevista una trasformazione record. Da zona industriale a polifunzionale con 121 mila metri quadri di negozi, appartamenti, uffici e torri di 63 metri d’altezza. Il progetto viene bocciato perfino dai consiglieri comunali di centrodestra. E il sindaco lo ritira nello scorso dicembre.
.

GUARDA IL VIDEO

.

Intervistato da Gatti nella sede della sua azienda, Barzaghi parla davanti alla telecamera del ruolo dei familiari del sindaco e di quelli del capitano. Poi, alla richiesta di spiegare meglio il suo ruolo, il vicepresidente di Confindustria si alza minaccioso dalla scrivania. Pretende la cancellazione dell’intervista e impedisce all’inviato de l’Espresso di uscire. Si avvicina più volte con i pugni stretti. Promette di spaccare il muso al giornalista: «Lo ammazzo io questo qua. Lo accoppo. Perché di qua el va foeura no», di qua non esce, «almeno vado in galera, ma vado in galera a ragion veduta». Continua così per un’ora. E quando arrivano i carabinieri ribadisce: «Perché il signore deve ringraziare Gesù Cristo di non incontrarmi per strada poi. Sì, sì, sono minacce proprio».

.
.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: