Berlusconi: «Io trattato come Tortora». Le figlie del presentatore scomparso «Quella di nostro padre è un’altra storia»

http://inpastoalsilvio.files.wordpress.com/2013/05/berlusconi-sono-come-tortora.jpg
fonte immagine inpastoalsilvio.wordpress.com

Berlusconi: «Io trattato come Tortora»
Le figlie del presentatore scomparso
«Quella di nostro padre è un’altra storia»

Francesca Scopelliti, compagna di Tortora: «Berlusconi ha avuto tanti anni di governo per realizzare, anche nel nome di Tortora, quelle riforme necessarie alla giustizia italiana. Non l’ha fatto»

https://i1.wp.com/www.ilmessaggero.it/MsgrNews/MED/20130512_tortora.jpg

.

ROMA – «Ero preparata. Caro Silvio, mio padre era un’altra storia. Un’altra persona. Ognuno risponde alla sua coscienza. No strumentalizzazioni».
Così Gaia Tortora, figlia di Enzo, risponde su Twitter alle parole di Silvio Berlusconi che nel suo intervento a Brescia, parlando dei «tantissimi italiani che ogni giorno entrano nel tritacarne infernale della giustizia», ha citato il caso del conduttore televisivo accusato ingiustamente di rapporti con la camorra.
Gaia Tortora è poi tornata sull’argomento anche durante l’edizione del TgLa7 delle 20, da lei condotta. «Si tratta di un’altra storia e di un’altra persona – ha ribadito – Lo dico con il massimo rispetto, ma è quel rispetto che da tanto tempo andiamo cercando. Anche perché questo Paese ha bisogno di un altro clima e non è il clima che abbiamo visto oggi a Brescia».

Francesca Scopelliti, compagna di Tortora. «Berlusconi ha avuto tanti anni di governo per realizzare, anche nel nome di Tortora, quelle riforme necessarie alla giustizia italiana. Non l’ha fatto. E le sue parole oggi hanno il sapore della propaganda, della ricerca di una legittimazione. So bene che dire ‘io come Tortorà è come dire ‘azzurro come il cielò: è un valore assoluto. Ma poi ognuno deve rispondere alla propria storia, alla propria vita. E Tortora è tutta un’altra storia». Lo ha detto Francesca Scopelliti, compagna del presentatore, commentando con l’ANSA le parole di ieri di Silvio Berlusconi. «Silvio Berlusconi ha avuto circa 20 anni per ricordare Enzo Tortora, per fare tesoro dell’esempio di un uomo che ha saputo trasformare una vergognosa vicenda giudiziaria in una nobile battaglia per tutti, che ha voluto dimettersi da parlamentare per tornare ai suoi giudici, di un uomo che ha saputo mettere a disposizione di tanti la sua voce, il suo impegno, la sua battaglia per la giustizia giusta. Un anno prima di morire, con tenacia e caparbietà, insieme a Marco Pannella e ai Radicali, Enzo Tortora ha portato al successo il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati: referendum vinto con una stragrande maggioranza ma poi tradito – conclude Scopelliti – da una legge inadeguata quanto inapplicata».

Domenica 12 Maggio 2013 – 12:14
Ultimo aggiornamento: 12:43
.
.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: